MJFA: MICHAEL JACKSON FORUM
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Andare in basso

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da Giuspe il Gio Ott 04, 2012 10:33 am

Promemoria primo messaggio :

La sepoltura di MJ venne ritardata a causa di Janet

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Cn_image.size.michael-jackson-pr

La sepoltura di Michael Jackson venne ritardata di quasi tre mesi a causa di una disputa tra Janet Jackson e l'Estate di suo fratello, un dettaglio rivelato nel numero di novembre in esclusiva da Vanity Fair, estratto da "Untouchable", biografia Randall Sullivan su Michael Jackson, che sarà pubblicata il mese prossimo.
Secondo Sullivan, Janet aveva messo in deposito $ 40.000 a Forest Lawn per assicurarsi un posto per Michael, ma si rifiutò di lasciare che i funerali si svolgessero fino a quando il denaro non fosse stato rimborsato.

Sullivan riferisce che Ronald Williams Talon, capo della sicurezza di una società privata che inviò una squadra di sicurezza nel castello affittato da Michael Jackson a Holmby Hills, la notte della tragedia, poche ore dopo la morte di Jackson, La Toya e il suo fidanzato, Jeffre Phillips, arrivarono in casa chiedendo di poter entrare
"Siamo una famiglia e dovremmo avere accesso alla casa" riferirono.

Sullivan riferisce che anche la madre Katherine Jackson arrivò quella notte, entrò nella casa, dove telefonò a Grace Rwaramba, la storica tata che di recente ha terminato il rapporto con i figli di Michael. Secondo Rwaramba, Katherine ha detto,
"Grace, i bambini piangono. Chiedono di te. Non riescono a credere che il loro padre è morto. Grace, ti ricordi cosa Michael utilizzava per nascondere denaro in casa? Sono qui. Dove può essere nascosto? "

Rwaramba ha descritto che la pratica standard di Michael era nascondere il suo denaro in sacchetti neri di plastica e sotto i tappeti. Talon descrive che vide La Toya e il suo fidanzato caricare dei sacchetti neri di plastica, per l'immondizia, in borse da viaggio e metterli in garage. (La Toya insiste sul fatto che quasi tutti i soldi di Michael erano scomparsi nel momento in cui arrivò nella casa di Holmby Hills.)

La mattina seguente, Janet Jackson è arrivata con un furgone e ha chiesto di poter entrare. Poche ore dopo, il camion è uscito attraverso la porta anteriore con Jeffre Phillips al volante. Katherine Jackson e le sue figlie hanno messo in chiaro che non avrebbero lasciato presto il posto.
"Si accamparono per la maggior parte per una settimana", dice Williams Sullivan, con partenze e rientri "ogni volta che ne avevano voglia."

I rappresentanti di Katherine Jackson hanno svelato ultimamente i dettagli del suo recente "rapimento" con Sullivan, che descrive ciò che è accaduto dal suo punto di vista per la prima volta. Uno dei rappresentanti di Katherine Jackson dice che Sullivan che era con Janet Jackson il 14 luglio 2012, ha organizzato con il dottor Allen Metzger di recarsi nella villa di Calabasas, dove sua madre vive con i tre figli di Michael.
Metzger è stato introdotto come un socio di lunga data del medico di Beverly Hills della sig.ra Jackson e ha detto che il suo medico voleva che si controllasse, prima di andare ad Albuquerque per l'Unity Tour dei suoi figli. Dopo un breve esame, Metzger ha detto che la pressione di Katherine era elevata e che sarebbe stato meglio per lei non per fare il viaggio in New Mexico con l'auto come aveva previsto.
Katherine ha lasciato casa la mattina successiva con la figlia Rebbie e sua nipote Stacee Brown e assistente personale della signora Jackson. Non sapeva nulla fino a quando sono arrivati ​​in aeroporto e Katherine si rese conto che non erano diretti a Albuquerque, ma a Tucson, dove fu prenotato per lei un pernottamento presso il Resort & Spa Miraval. Janet Jackson era lì quando sono arrivati.

Il rappresentante dice che sia Sullivan che il dottor Metzger non avevano alcuna associazione con il medico della signora Jackson e che lui non lo aveva mandato a vedere la signora Jackson. Il dottor Metzger è stato, infatti, lo stesso medico che era stato chiamato come testimone della difesa al processo contro Conrad Murray, il medico accusato di fornire i farmaci che hanno ucciso Michael Jackson. E' stato anche rimproverato dal Consiglio di Stato per delle prescrizioni mediche per Janet Jackson con nomi falsi o fittizi.

Il nipote di Katherine, TJ Jackson e gli altri che erano alla ricerca dei figli di Michael nella sua casa di Calabasas, hanno presto dedotto che i cinque fratelli Jackson quella stessa settimana avevano inviato una lettera agli esecutori di Michael chiedendo loro di dimettersi e sostenendo che la loro madre aveva subito un mini ictus, mentre Katherine erano sotto la loro custodia, a parere dei rappresentanti della signora Jackson, nel tentativo di ottenere una tutela dei beni al suo posto, forse per dimostrare la sua incompetenza a servire in qualità di custode dei figli di Michael.
Speravano di ottenere quindi il controllo della fortuna del fratello, che avrebbe seguito Prince, Paris e Blanket ovunque andassero.

Sullivan esplora la questione di come John Branca, un avvocato che è stato licenziato da Michael Jackson nel 2003 ed ora sta guadagnando decine di milioni di dollari come esecutore dell'Estate è riuscito a mantenere il possesso di un testamento che avrebbe dovuto consegnare con tutte le carte di Jackson ad un nuovo avvocato, David LeGrand.

"Ho avuto accesso a tutti i file e ho dovuto passare attraverso di loro," dice LeGrand a Sullivan. "E l'ho fatto. Non c'era volontà. Non c'era fiducia. E' arrivato tutto appena dopo la sua morte. "(riferito a Branca, anche se l'avvocato non ha voluto commentare.)

John Branca, ha detto che la volontà che ha presentato ai Jackson nel luglio 2009 è stata accolta dalla famiglia con un applauso, ma Katherine Jackson ricorda l'incontro in modo diverso. "Secondo lei, l'atmosfera è passata da tranquilla a triste", riferisce Sullivan. "Katherine è rimasta personalmente offesa da John Branca che non ha mai detto una volta quanto fosse dispiaciuto per la sua perdita. L'uomo era freddo, la signora Jackson pensò, proprio come Michael l'aveva descritto: '.
Mio figlio aveva detto a me e ai bambini che non avrebbe mai voluto che Branca facesse parte delle sua attività...mai piu' "


vanityfair.com

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Cn_image.size.cover_vanityfair_300


Ultima modifica di Giuspe il Lun Ott 08, 2012 8:26 pm, modificato 4 volte

Giuspe
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 5581
Data d'iscrizione : 22.03.10

Torna in alto Andare in basso


[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty Re: [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da MICHAELINMYHEART il Ven Gen 25, 2013 2:41 pm

e' vero Lore , non posso che darti ragione ... anche se a volte è frustrante provare tutta questa rabbia.
Ovviamente non mi riferisco a questo libro, ma, per dirne una, alla recentissima messa in onda su Rai Storia di quel documentario.
Cose così mi fanno arrabbiare e vorrei trovare la strada giusta per fare qualcosa, senza passare dalla parte del torto o essere presi solo per fanatici
MICHAELINMYHEART
MICHAELINMYHEART
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1728
Età : 45
Località : ANCONA
Data d'iscrizione : 19.10.11

Torna in alto Andare in basso

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty Re: [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da lorejacksina il Ven Gen 25, 2013 5:46 pm

Sai Chiara,anche nell'occasione del documentario di Murray una mia amica attivissima nella difesa di Michael ha inviato a nome di gruppi di fans italiani una lettera a Minoli e a rai storia prima della replica...inutile dire che la replica è stata fatta ugualmente.
Speriamo soltanto che queste segnalazioni che sono sempre pacifiche e corredate di video e notizie vere su Michael facciano riflettere gli addetti ai lavori per i prossimi acquisti e per le prossime messe in onda.
Tanto di cappello a chi si impegna sempre per diffondere la verità su Michael.
lorejacksina
lorejacksina
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2087
Età : 47
Data d'iscrizione : 28.09.11

Torna in alto Andare in basso

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty Re: [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da smelly jackson il Ven Feb 01, 2013 12:16 am

Io l'ho visto in libreria...sono passata oltre; poi sono ripassata...e alla fine l'ho preso ripromettendomi di prendere ciò che avrei letto con le pinze...
Quindi ora lo sto leggendo, cercando di capire bene...non mi sembra che l'autore sia a priori contro Michael, ma non so se la prospettiva dalla quale lui descrive gli avvenimenti sia quella più corretta...cmq io cerco di integrare le varie "versioni": quella di Cascio, quella di Jermaine e quella di Sullivan...penso che qualcosa di vero ci possa essere in ognuna di esse.(certo che leggere certe cose fa male..ma sappiamo che Michael non era perfetto...Però sappiamo anche che era una persona buona in un mare di squali e un bravo padre, e questo mi basta)
smelly jackson
smelly jackson
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1810
Età : 47
Località : TRENTO
Data d'iscrizione : 02.12.10

Torna in alto Andare in basso

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty Re: [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da lorejacksina il Ven Feb 01, 2013 12:47 am

questo è quello che ha detto Vogel dopo aver letto il libro.
La traduzione è del mj fansquare forum

Non ho recensito il libro di Sullivan per Amazon, ma questo è quello che ho scritto in una email a qualcuno che mi aveva chiesto del libro:

Ho letto tutte le oltre 700 pagine del libro di Sullivan. Ci sono alcune parti interessanti e in effetti ha coperto il processo del 2005 abbastanza bene (in gran parte grazie a Mesereau). Ma nel complesso, non è un libro molto buono e offre pochi nuovi elementi di comprensione su MJ.
Per quanto riguarda le biografie penso che quella di Taraborrelli sia molto meglio. Non so perché Sullivan non si sia limitato agli ultimi quattro anni (invece cerca di farne una storia completa della sua vita con flashback a momenti precedenti della carriera di MJ di cui è stato già scritto prima e meglio).
Non ha assolutamente controllato le sue fonti. Alcune sono buone, altre sono terribili. Riguardo le sue interviste personali, ha fatto affidamento su dati inaffidabili. Ho anche avuto la sensazione che Sullivan abbia in antipatia e diffidi delle persone di colore. Mi direte cosa ne pensate dopo che lo avrete letto. Ma lui è molto duro con la famiglia di MJ e leader dei diritti civili come Jesse Jackson e Al Sharpton.
Lui scarta sostanzialmente tutta la produzione creativa di MJ dopo Thriller con poche frasi. Non sembra che abbia intervistato i collaboratori creativi di MJ. Come è stato notato la questione del naso è ridicola. Il libro dà un senso della confusione che turbinava intorno a MJ in questi ultimi anni e di come lui si sentisse abbandonato, ma nel complesso in realtà non penetra molto al di là della superficialità e della patologizzazione da dilettanti.

www.twitlonger.com/show/kqq6o0
lorejacksina
lorejacksina
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2087
Età : 47
Data d'iscrizione : 28.09.11

Torna in alto Andare in basso

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty Re: [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da smelly jackson il Lun Feb 04, 2013 11:21 pm

Grazie, in effetti la leggenda del naso non sta nè in cielo nè in terra...l'ho letta anch'io con sbigottimento..di certo qui Sullivan perde credibilità...ma a me finora hanno colpito le parti dove descrive un Michael che non sa adeguarsi alle "ridotte" possibilità economiche, un misto tra viziato e confuso...che occupa un piano intero di un Hotel per un intero mese pur essendo fisicamente da tutt'altra parte. Eppure, mi dico, si ricorderà sicuramente di quando la sua famiglia viveva a Gary, in ristrettezze economiche...possibile che dovesse chiedere continuamente contanti per fare shopping, per potersi sentire un pò meglio? Solo io quando spendo un pò troppo sto male e ho i rimorsi?
E poi un'altra cosa che mi ha fatto male leggere e che ho il sospetto che possa essere vera, è il fatto che Michael a volte possa essere ricorso a finti malesseri per evitare di esibirsi...che tristezza...ma lui non era un animale da palcoscenico? Mi spiace pensare che non si sentisse pronto, che avesse paura...a parte l'occasione dei concerti del 2001, dove centravano i farmaci, presi probabilmente più per paura che per dolore fisico, nel libro si parla anche di altri eventi annullati che secondo me stridono con l'idea che ho di un Michael dedito al lavoro e professionale al massimo..Cmq mi ero ripromessa di prendere questo libro con le pinze..cercando più che altro di farmi un'idea generale da un altro punto di vista..un'integrazione, diciamo, senza prenderlo per oro colato..
smelly jackson
smelly jackson
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1810
Età : 47
Località : TRENTO
Data d'iscrizione : 02.12.10

Torna in alto Andare in basso

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty Re: [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da lila il Lun Feb 04, 2013 11:54 pm

Tutto quello che dici Smelly io l'ho trovato più di una volta scritto. E non sto leggendo il libro di Sullivan, non credo lo farò.
Che avesse le mani bucate si è sempre saputo, non aveva il minimo senso del denaro. Sapeva che poteva permettersi tutto e così continuava a fare anche quando non poteva più farlo. Io ne sconosco di persone così, non lo è stato solo Michael. Non so che tipo di ragionamento si scatena dentro queste persone.
Per le esibizioni che cercava di non affrontare con i malesseri non mi sono scandalizzata più di tanto. E si sapeva anche questo.
L'animale da palcoscenico vero e proprio era prima del 93, quando aveva quello splendido sorriso, quando la cattiveria degli americani non lo aveva intaccato (che Dio non li perdoni). Poi ha perso entusiasmo, come non capirlo?! Come si fa ad andare avanti con uno scherzo di quel tipo?
Non ha mai smesso di essre un musicista, ma la voglia di esibirsi è venuta a mancare. Gli hanno tolto sicurezza secondo me, prima sapeva di piacere e basta, sapeva che tutti erano in delirio per lui. Poi si è insinuato il dubbio, l'incertezza di non piacere più, non a tutti perlomeno che da adito a ansie e paure.
Quelle ansie che lo hanno stroncato.
lila
lila
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 5042
Età : 66
Località : toscana
Data d'iscrizione : 11.01.10

Torna in alto Andare in basso

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty Re: [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da smelly jackson il Sab Feb 23, 2013 10:34 pm

Ho finito il libro.
Beautiful al confronto della famiglia Jackson è di una monotonia mortale..
Soprattutto dopo la morte di Michael, a sentire l'autore, si sono sbizzarriti per mettere le mani sui soldi con alleanze improbabili e voltabandiera clamorosi.
Sono contenta di aver letto questo libro, specie perchè l'autore non è assolutamente un fan, e mi sembra che abbia cercato di essere obiettivo.(.non sempre ci è riuscito ed è caduto secondo me in leggende metropolitane.. ).
Forse ha voluto coprire troppi anni:la parte finale mi sembra più accurata.
Quello che mi resterà di questo libro sarà il senso di triste stupore di fronte alle manovre subdole di questa famiglia, fratelli contro fratelli, figli contro madri, per ottenere il patrimonio di Michael.
Lui queste cose le aveva già vissute, e in tutte le interviste era così gentiluomo da dichiarare sempre di amare la sua famiglia.
smelly jackson
smelly jackson
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1810
Età : 47
Località : TRENTO
Data d'iscrizione : 02.12.10

Torna in alto Andare in basso

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty Re: [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da Giuspe il Dom Mar 24, 2013 12:47 pm

Nuovo libro rivela il tormentato periodo di Michael Jackson in un soggiorno irlandese

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 96849_billy-bush-visits-michael-jackson-and-william-in-ireland-oct-2006

L'icona del pop Michael Jackson ha combattuto un ultimo tentativo contro la sua tossicodipendenza mentre viveva in Irlanda, rivela un nuovo libro.

Il cantante alla fine dei suoi viaggi, arrivò qui nel 2006, poco dopo la sua assoluzione dall'accusa di molestie su minori negli Stati Uniti.

E' il nuovo libro sulla vita del del Re del Pop - Untouchable di Randall Sullivan - che racconta come il cantante ha evitato i pesanti antidolorifici da cui è diventato dipendente, vivendo su l'Isola di Smeraldo.

Il libro documenta gli ultimi anni della leggenda di Thriller - che doveva iniziare un nuovo tour, al momento della sua morte - tra cui il suo soggiorno di sei mesi in Irlanda a partire dal giugno 2006, quando viveva a Cork Contee, Westmeath e Wicklow.

Jacko sprofondò in un indotto di farmaci per la sua depressione a partire dal processo del 2005, ma ha fatto ogni sforzo per smaltire la sbornia durante il suo soggiorno di sei mesi qui.

Anche se MJ ha usato il controverso sedativo Propofol in una clinica irlandese, il chirurgo che ha operato su di lui ha confermato che ha usato un anestesista in entrambe le occasioni.

E la star - che soffriva di insonnia da molti anni - ha fatto un ultimo tentativo costante per ripulirsi cosi come dal suo processo penale.

Secondo Sullivan: "Anche se aveva regolarmente ricorso all'OxyContin e Demerol mentre viveva in Bahrain, l'uso di Michael di oppiacei sintetici era più ristretto durante i suoi mesi vissuti in Irlanda di quanto non fosse stato in qualsiasi momento nel corso dei tre anni precedenti.

"Il prezzo che ha pagato per l'ultimo sforzo dallo svezzamento di antidolorifici e farmaci anti-ansia gli è costato un'aumento di notti insonni.

"E tuttavia, secondo il (Dr) Patrick Treacy, Michael non ha resistito chiedendo il Diprivan o Demerol con più determinazione di quello che era riuscito a fare in questi anni.

"Il dottor Treacy ha detto che le prescrizioni che ha scritto per lui sono state 'per cose minori come raffreddori'," Il Dr Treacy ha trattato la star anche per i problemi alla pelle per le condizione di vitiligine, mentre stava registrando in Irlanda, ma ha insistito che Jackson non aveva abusato del sedativo.

Ha spiegato: "Michael aveva riempitivi di derma in faccia, ma la zona attorno al naso - era molto ipersensibile a causa di un intervento chirurgico precedente che aveva subito.

"Di conseguenza voleva una sedazione prima di ottenere altri interventi sul viso."

L'autore ha rivelato: "Ma Michael non ha mai chiesto un'altra dose di Diprivan, dice Treacy, e ha anche rifiutato l'offerta del medico di altri farmaci per il dolore o di vederlo per tutta la settimana.

"Michael, inoltre, non ha chiesto nulla per curare la sua insonnia, secondo Treacy, che ha sostenuto che il suo paziente aveva messo in chiaro di aver capito i pericoli connessi all'uso Propofol senza il controllo di un'anestesista."

Ha detto che non c'era modo in cui Michael avrebbe potuto auto-somministrarsi il farmaco, e non esistono prove di abuso di farmaci durante il suo tempo trascorso qui.

Jackson soggiornò nelle Midlands nel 2006, dopo che il cantante visitò il villaggio di Rosemount, vicino Moate in Westmeath Co.

Rimase nei lussuosi studi di registrazione di Grouse Lodge per registrare alcuni brani e non furono segnalati altri avvistamenti in tutta la regione.

E il suo ospite Paddy Dunning ha detto come il cantante aveva lasciato una serie di regali quando stava per andarsene, per ringraziarli, ma non poterono chiedere di fargli il moonwalk.

Sullivan ha scritto: "Durante la preparazione per andarsene, Michael ha regalato ai Dunnings la sua televisione, una scatola di giocattoli che era stata comprata per Prince, Paris e Blanket, e una collezione di cappelli che aveva indossato durante il suo soggiorno in Westmeath.

"Ha firmato un pezzo di tronco d'albero, come è stato chiesto a tutti gli ospiti di Grouse Lodge, e ha posto una firma in una pagina di un libro.

"Mentre Michael firmava, ha ringraziato i Dunnings e non ha mai voluto fare per una volta il moonwalk, poi ha detto a Paddy e (sua moglie) Claire che erano 'gli unici che non mi hanno mai chiesto una fotografia'."

I Dunning ha parlato anche dei rapporti di Jacko con i suoi tre figli, descrivendolo come un genitore amorevole e attento.

Ha poi aggiunto: "E 'chiaramente amato i suoi figli, e altrettanto lo amavano. Avevano una bella relazione normale. Mi ha colpito come fosse una persona molto gentile, una brava persona.

"I bambini erano perfettamente educati, avevano modi impeccabili e non avrebbero toccato nulla senza permesso.

"E 'stata una scena familiare normale, e io davvero non poteva riconoscere la persona che ho incontrato come l'uomo presentato dai media.

"Per me, era una persona normale, uomo adorabile, e siamo stati molto bene. Ero molto affezionato a lui. "

Mentre a Grouse Lodge, Jackson ha registrato un'intervista presso gli studi del giornalista televisivo americano Billy Bush per lo spettacolo di Hollywood Access.

Disse durante l'intervista: "L'Irlanda mi ha ispirato a fare un grande album. Non ho mai rinunciato a fare musica. "

Durante la visita a Westmeath, Jackson rimase per un periodo a Co Wicklow.

Ha sborsato un canone di 30.000 € a settimana per rimanere nel Ludge Castle per tre mesi.

Le sette camere da letto avevano chef privati, maggiordomi e detergenti, e si trova in una campagna di 1.500 ettari. Guest star precedenti includevano gli attori Mel Gibson e Orlando Bloom.

In diverse occasioni, è stato riferito che Jackson voleva trasferirsi in Irlanda in modo permanente, e che ha anche trascorso del tempo nella casetta di caccia a Co Cork.

Secondo la psichiatra californiana Randa Starr, la superstar del pop era sempre stato interessato al'Irlanda, perché era affascinato da fate e folletti.

Ci sono state anche voci che il cantante voleva costruire qui un parco a tema uguale al suo Neverland Ranch negli Stati Uniti.

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Jack1_1697434a
Halfway Grouse, la magione dove ha soggiornato Jackson.

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Jack23_1697436a
Arrivano a Cork in incognito.

Untouchable: la strana vita e la tragica morte di Michael Jackson 'è in vendita ora.


thesun.ie

Giuspe
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 5581
Data d'iscrizione : 22.03.10

Torna in alto Andare in basso

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty Re: [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da lorejacksina il Sab Mar 30, 2013 12:46 am

Questa parte è la testimonianza che questo libro è tutto e il contrario di tutto e va preso con le pinze o secondo ciò che comanda il cuore,nel senso che mischia verità e presunte tali,come abbiamo già detto in precedenza.
Questa è una parte bella e che siamo propensi ad accettare,mentre altre cose proprio non le possiamo più sentire.

Leggendo la traduzione del Taraborelli sono rimasta male nel leggere che anche lui dice che Michael nel 92 circa,in un periodo aveva dei problemi,perchè si era ustionato lo scroto con la crema schiarente Benoquin....
Sullivan diceva che si era ustionato con la candeggina....cosa secondo me impossibile e scema,ma se anche l'altro parla di un fatto del genere può venire qualche dubbio che qualcosa del genere possa essere avvenuta....
a me non interessa sapere se si è ustionato veramente,ma è la testimonianza ennesima che non possiamo sapere se molte cose sono vere o inventate....
ognuno si mantiene l'idea che ha ,credo che se quest'idea è ben radicata sarà difficile che cose di questo genere intacchino le proprie convinzioni
lorejacksina
lorejacksina
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2087
Età : 47
Data d'iscrizione : 28.09.11

Torna in alto Andare in basso

[LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan  - Pagina 8 Empty Re: [LIBRO] "Untouchable" - biografia su MJ di Randall Sullivan

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum