intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Andare in basso

intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da MICHAELINMYHEART il Gio Set 26, 2013 12:00 pm

Michael Jackson ha ispirato milioni di persone in tutto il mondo, era l’artista a cui gli altri artisti guardavano.
Aver incontrato Michael Jackson può considerarsi un privilegio quasi irraggiungibile, la star delle star, un sogno che pochi, anche nel mondo dello spettacolo, possono dire di avere realizzato. Ho incontrato due persone speciali che ce l’hanno fatta e da quell’incontro hanno tratto ispirazione, cambiando la loro vita.
Ecco la mia intervista a Gianni D’andria, oggi ballerino professionista e Gessica Puglielli, co- fondatrice di Aunt Betty.
Da quanti anni segui Michael Jackson?
Gessica: Il mio primo ricordo di essermi innamorata di lui risale al 1988, avevo 11 anni. In quel periodo il film Moowalker era al cinema ed io ho visto la pubblicità in TV. La notte seguente ho sognato di essere ad un concerto di Michael Jackson e in un baleno tutti hanno saputo che ero una teen – ager completamente innamorata di lui e della sua magia. Il punto è che oggi ho 35 anni e ancora lo adoro…è stato un viaggio piuttosto lungo, non credi?
Gianni: L’ho seguo da 32 anni. Avevo 8 anni quando ho visto il video di thriller, e devo dire grazie a mia madre che già ascoltava la musica dei Jacksons!
Quando l’hai incontrato e dove?
Gessica: L’ho incontrato a Montecarlo, all’Hotel The Paris, in occasione dei Word Music Awards del 2000.
Gianni: A Montecarlo nel maggio del 1996, durante i Word Music Awards.
Qual è stato il primo impatto a trovarti davanti al re del Pop?
Gessica: Beh…il primo impatto è che fosse una persona timida, ma allo stesso tempo mi guardava profondamente negli occhi, con quei suoi occhi neri ed immensi. Non potevo crederci di averlo davanti ma ho realizzato che stava succedendo una sorta di incontro ” del terzo tipo”, nel senso che di fronte a me c’era davvero un’anima speciale, la cui vita è stata diversa da qualsiasi altra. Ho percepito la sua aura, la sua energia, si sentita chiaramente di essere di fronte ad una persona totalmente fuori dall’ordinario…e non solo per il suo meraviglioso talento.
Gianni: Ho visto molte Michael da vicino e avevo l’impressione che fosse un essere etereo, che quasi fluttuasse. Come i maestri spirituali. Incontrarlo mi ha dato l’idea che fosse davvero umano, la sua fisicità, il suo sguardo. Si poteva percepire chiaramente ancora quella magia e quell’aura che lo contraddistingue.
Come era vestito, cosa indossava? Puoi descriverlo?
Gessica: Michael era veramente bellissimo, più alto di quanto pensassi, estremamente gentile e umile. La sua voce era più profonda del solito, i suoi occhi così profondi. I media lo hanno ritratto quasi come un “mostro” per così tanti anni che ancora oggi molti pensano che sia così, ma non non era assolutamente così. La bellezza del suo animo traspariva dai suoi occhi e dalla perfezione del suo corpo.
Gianni: Cappello nero, camicia e pantaloni neri, i suoi mocassini. Indossava la mascherina per la vitiligine. Quando l’ho incontrato invece la sera dei Music Awards sulle scale dell’hotel mi hanno colpito i suoi occhi. Neri, profondi ed estremamente comunicativi. Il suo sorriso meraviglioso. Un sorriso senza nessun tipo di malizia. Gioioso e innocente…come quello di un bambino.
Come ti ha accolto?
Gessica: Ci stava aspettando sulla soglia della porta, quando siamo arrivati ci ha fatto un inchino e ci ha stretto la mano. Molte “celebrità” dovrebbero prendere la sua umiltà come esempio.
Gianni: Il mio è stato un incontro particolare, ho avuto la fortuna di poter ballare per lui. Era gentile, curioso, attento a ciò che facevo. Mi guardava dandomi il 100% della sua attenzione e ogni tanto commentava i miei passi con la sua guardia del corpo. Sorrideva compiaciuto e sinceramente divertito. Quando ho finito di ballare si è avvicinato e mi ha abbracciato come un fratello. Rideva era, felice. Mi ha accolto come si accoglierebbe un amico. Nemmeno un istante mi ha fatto “pesare” che lui fosse Michael Jackson ed io Gianni.
Cosa vi siete detti?
Gessica: Gli ho portato come regalo un dipinto molto bello di lui e suo figlio Prince: é stato molto felice, era meravigliato, il dipinto gli è piaciuto davvero molto! Dopo gli ho mostrato il magazine edito dal mio fan club, che andava allora in distribuzione nazionale. Eravamo vicini, braccio contro braccio, e abbiamo sfogliato insieme le pagine della rivista e lui mi diceva quali erano i suoi articoli preferiti ( gli è piaciuto davvero molto uno su Charlie Chaplin) Poi abbiamo fatto una foto, gli ho chiesto se poteva fare una foto con me e lui ha detto “Ma certo!” L’ho abbracciato stretto durante la foto, poi gli ho chiesto se potevo dargli un bacio. Lui mi ha sorriso, mi ha abbracciato e ha detto ” Ma naturalmente che puoi”. Così quello che ho fatto è stato spostargli leggermente la mascherina e schioccargli un bel bacio proprio vicino alle labbra (trad. lett. mascella) mentre lo stringevo stretto stretto! Qualcosa che non dimenticherò per il resto delle mie reincarnazioni!
Gianni: la cosa che mi ha colpito di più è che è stato lui a ringraziare me. Michael Jackson che ringrazia me! Siamo rimasti abbracciati e lui continuava a ringraziarmi sussurrandomi nell’orecchio “Grazie…grazie…Ti voglio bene”. Parlava sottovoce, come se fosse stato un momento unico e solo nostro; era timido, spesso abbassava lo sguardo mente parlava. Mi ha molto colpito.
Come si è comportato?
Gessica: All’inizio sembrava timido, ma dopo era totalmente rilassato.
Gianni: Meglio di quanto avrei mai potuto immaginare. Sapevo che Michael era un uomo speciale. Ha completamente vissuto il momento insieme a me. Umile, dolce, educato…forse molto più umile di me! In quel momento mi ha fatto sentire come se lui non fosse Michael Jackson e io Gianni, ma semplicemente due essere umani in contatto con la bellezza di essere essere umani e condividere un momento speciale insieme.
Cosa hai provato ad averlo così vicino?
Gessica: Per una ragazza di 23 anni che ha sempre sognato di incontrarlo? Fai un po tu! (ride). A volte le emozioni sono talmente forti che non realizzi a pieno quello che ti sta succedendo, come una sorta di protezione. In ogni caso….in quel momento…ero davvero la persona più felice del pianeta.
Gianni: E’ difficile dirlo. Michael ti trasporta. Non è possibile per me parlarne al passato. Lui c’è…è qui. Michael ti trasporta nel suo mondo. Le emozioni scendevamo dentro di me come una cascata in piena! Hai presente quando stai vivendo un momento irripetibile? La nascita di un figlio…o quando incontri la donna della tua vita. Sai che un’emozione unica di un momento unico. Con Michael ho provato quello.
Com’è il suono della sua voce?
Gessica: Come ho detto prima, più profonda della sua voce “pubblica”. Era una voce normale di un uomo, lui non parlava in “falsetto” o cose di questo genere. (Ndt: come spesso ha insinuato la stampa)
Gianni: La sua voce ti dà serenità. Parla in maniera tranquilla, sa metterti a tuo agio. Michael è un mix meraviglioso di sguardi, voce e gestualità. Sei fuori dal tempo, fuori dal mondo. Sei al cospetto di un Maestro, una persona illuminata.
Come hai fatto ad incontrare Michael Jackson? Non è di certo impresa facile!
Gessica: Beh… come fondatrice di uno fra i più attivi fan club europei, mi ero organizzata per visitare la MJJ Production a Los Angeles, ho incontrato il suo manager e Vice Presidente Bob Jones; col fan club ero riuscita ad ottenere una collaborazione ufficiale con la MJJ Production quindi sapevo che era solo questione di tempo prima che potessi incontrare Michael Jackson in persona. Quando Bob Jones mi disse che Michael sarebbe stato in Europa per i Word Music Awards, ci siamo organizzati per incontrarci e sapevo che ci sarebbe stata una forte probabilità di incontrare Michael in quell’occasione. Ma non è finita! Jones mi ha regalato i biglietti per lo show e per l’after party: io ero ospite al tavolo di Michael Jackson alla cena post evento offerta da principe Alberto di Monaco! C’erano molte celebrità lì, (come ad esempio i Backstreet Boys, Mariah Carey e Tracy Wilson) che avrebbero pagato per essere sedute al tavolo di Michael Jackson!
Gianni: Ci ho creduto in primis. E poi un po’ di perseveranza: senza molti soldi sono spesso partito per l’Europa per seguirlo nei suoi tour. A Montecarlo nel 1996 un’ amica era in contatto con Wayne, la sua guardia del corpo che ci ha “avvertito” che il giorno dopo Michael avrebbe fatto shopping in un determinato negozio. Siamo partiti e in mezzo a tutta quella folla di fans sono riuscito a farmi notare: “posso ballare per Michael!” ho urlato, la guardia del corpo mi ha preso e mi ha portato dentro il negozio da Michael.
Molti pensano che MJ sia una persona timida, riservata, che abbia paura dei contatti fisici: è stato così per te?
Gessica: Michael era certamente una persona timida, ma assolutamente non aveva paura dei contatti fisici. Quando l’ho incontrato indossava la mascherina perchè non si era fatto la barba inoltre si vedevano le macchie della vitiligine sulla pelle. Ciononostante sembrava davvero a suo agio con il mio modo tutto italiano di dimostrare affetto! ( ride).
Gianni: Ho avuto la sensazione che fosse timido, abbassava spesso lo sguardo. Ma non è assolutamente vero che ha paura dei contatti fisici! E’ una storia falsa! Ho ballato per lui con tutte le mie forze, ero sudato fradicio e lui mi ha abbracciato senza nessuna remora! Ti pare che possa avere paura dei contatti fisici?
Cosa non dimenticherai mai di quella esperienza?
Gessica: I suoi occhi. La sua umiltà, la sua presenza, il suo profumo…e beh…le sue mani …enormi!
Gianni: Gli occhi di Michael. Non li dimenticherò mai.
Come si è svolto in breve l’incontro? Hai un aneddoto particolare o divertente da raccontarci?
Gessica: Il momento più speciale è stato quando mi ha abbracciato e mi ha detto che potevo baciarlo.
Gianni: Come ho già detto prima ho ballato per lui…la canzone era InThe Closet. Michael l’ha fatta mettere dall’inizio…fino alla fine! Dopo l’abbraccio, la cosa divertente è che gli ho chiesto : Michael, mi fai un autografo?” e lui “Certo, ma dove?”. non avevo nulla con me. Così ho tirato su il maglioncino e lui mi ha autografato la maglietta bianca tutta sudata. Mi sono sentito in imbarazzo, ero fradicio, “Michael, scusa…” gli ho detto ma lui si è fatto una risata di gusto. Ha chiamato il suo cameramen che ha ripreso la scena, lui piegato che mi autografata la maglietta, io gli vedevo solo il cappello! Che emozione!
Cosa hai provato alla fine dell’incontro?
Gessica: Mi sentivo in cima al mondo, e non avrei voluto che finisse mai! Dopo l’incontro mi sono sciolta in un pianto liberatorio.
Gianni: Ero felicissimo. Ero gasato, l’adrenalina a mille!
C’è stato un seguito?
Gessica: No, non l’ho più incontrato, ma ho avuto la possibilità di vivere molti momenti indimenticabili grazie alla collaborazione con la MJJ Production.
Gianni: Nei cinque giorni dei word Music Award ho incontrato Michael 3 volte: sulle scale dell’hotel, nel negozio dove ho ballato e durante la sua performance ai Word Music Award ero inginocchiato ad un metro da lui sul palco! Se cercate il video su youtube, potete vedermi!
Descrivi in una semplice frase chi è per te Michael Jackson
Gessica: Michael è sempre stato una costante nella mia vita (con la musica e la mia famiglia naturalmente). Era un genio, uno dei pochi artisti completamente connesso con “la fonte” attraverso la sua musica e la sua danza. Michael è il bambino che risiede dentro al mio cuore, che mi ricorda costantemente le meraviglie del mondo e colui che mi ha insegnato a guardare il mondo con gli occhi di un bambino. E’ la mia connessione speciale con la parola Amore. E’ un essere di Luce.
Gianni: ( Si ferma. Si emoziona. Un lungo respiro prima di ricominciare a parlare): Michael…è come se fosse parte della mia famiglia. Una parte della mia vita. Una parte di me.
Cosa ti ha ispirato Michael, per la tua vita?
Gessica: Quando penso a Michael Jackson penso alla “perfezione” e all’importanza di pensare in grande. Qualsiasi cosa faccio, cerco di farla nel modo in cui lui l’avrebbe fatta: pensa in grande, fai grandi cose che le persone possano ricordare e che le facciano divertire ma sopratutto ricorda sempre di aiutare gli altri in qualche modo, di portare loro un po’ di felicità. Il suo modo di essere così gentile in un mondo dove essere aggressivi e sfacciati è considerato macho e fa “figo” mi ricorda sempre che è meglio mettere un po’ di gentilezza, ogni giorno, nella vita. Inoltre mi ha ispirato un profondo senso per l’Arte.
Gianni: La Danza. Ho aperto la prima compagnia in Italia ispirata al Michael Jackson Dance Style. Ma anche il rispetto per il pianeta , per la vita e per ogni essere vivente. La mia compagnia Dancing The Dream è anche un’associazione che fa molti eventi di beneficenza.
Cosa pensi della sua morte prematura?
Gessica: Non è più un segreto per nessuno ormai, credo che Michael sia stato ucciso per questioni legate al catalogo Sony/ATV Music Publishing. Penso che il Dott. Murray sia solo il capro espiatorio, perchè ci sono poteri che hanno voluto la sua morte per soldi e per il potere che aveva di influenzare milioni di persone. Ci sono così tante informazioni reperibili sul web che possono aiutare a farsi un quadro completo di come sia stato incastrato e eventualmente ucciso da corporation “intoccabili”. Ho spiegato meglio tutto questo nel libro che ho scritto con Alessandra Gianoglio ”Michael Jackson | L’agnello al Macello”.
Gianni: Penso che Michael Jackson non avrebbe dovuto morire. Potrebbe sembrare azzardato ma a me sembra come la storia di Gesù. Per l’ennesima volta è sopravvissuto Barabba. Perchè? Perchè distruggere una cosa così bella anziché salvaguardarla? Perché Michael Jackson è stato distrutto. E’ stato un assassinio pianificato a tavolino. Non sapremo mai quanto Michael Jackson avrebbe ancora potuto dare al mondo. Questo mi fa soffrire moltissimo.
Se potessi incontrarlo di nuovo, cosa gli diresti?
Gessica: Gli chiederei perché ha scelto di soffrire così tanto. Gli direi che non ha bisogno di dimostrare niente a nessuno. Lo ringrazierei per essere stato una così grande ispirazione e mi permetterei di suggerigli di lasciare il mondo dello spettacolo, di ritirarsi e di vivere felice il resto della sua vita come un essere umano e non come un Trademark. Davvero ne avrebbe tutto il diritto, dopo 45 anni anni della sua vita ( Ndt. su 50) donati al mondo dello show business.
Gianni: (Si emoziona moltissimo. La sua voce è rotta dalle lacrime). Mi lascerei ispirare dal momento. Non lo posso sapere. Magari lo abbraccerei e basta. Non gli direi nulla.

http://auntbetty.co.uk/2013/08/meeting-the-king-of-pop/
avatar
MICHAELINMYHEART
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1728
Età : 43
Località : ANCONA
Data d'iscrizione : 19.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da childhood il Gio Set 26, 2013 12:50 pm

Bella intervista!! Grazie Chiara!
a me hanno colpito mooolto queste parole di Gianni:
MICHAELINMYHEART ha scritto:
Gianni: Ho visto Michael da vicino e avevo l’impressione che fosse un essere etereo, che quasi fluttuasse. Come i maestri spirituali. Incontrarlo mi ha dato l’idea che fosse davvero umano, la sua fisicità, il suo sguardo. Si poteva percepire chiaramente ancora quella magia e quell’aura che lo contraddistingue.

Gianni: E’ difficile dirlo. Michael ti trasporta. Non è possibile per me parlarne al passato. Lui c’è…è qui. Michael ti trasporta nel suo mondo. Le emozioni scendevamo dentro di me come una cascata in piena! Hai presente quando stai vivendo un momento irripetibile? La nascita di un figlio…o quando incontri la donna della tua vita. Sai che un’emozione unica di un momento unico. Con Michael ho provato quello.

Gianni: La sua voce ti dà serenità. Parla in maniera tranquilla, sa metterti a tuo agio. Michael è un mix meraviglioso di sguardi, voce e gestualità. Sei fuori dal tempo, fuori dal mondo. Sei al cospetto di un Maestro, una persona illuminata.

_________________
...I've never seen nothing like this in my life. It's amazing! He's the greatest entertainer in the world...
!!this is it!!


Just because you read it in a magazine Or see it on the TV screen Don't make it factual, actual You're so damn disrespectable
Privacy, anonymity and integrity become an illusion
avatar
childhood
Moderatrice Globale
Moderatrice Globale

Numero di messaggi : 12750
Età : 33
Località : Bari
Data d'iscrizione : 13.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da trilli80 il Gio Set 26, 2013 3:04 pm

Davvero molto bella! Leggo sempre con molto piacere ma anche con un pizzico di sofferenza le testimonianze di chi ha incontrato Michael.
Prima o poi dovrò imparare a convivere con l'idea che per me questo incontro potrà avvenire solo nei sogni piangere 
avatar
trilli80
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1252
Età : 38
Data d'iscrizione : 11.05.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da katia75 il Gio Set 26, 2013 4:18 pm

Trilly ti quoto in tutto e per tutto ogni singola parola.quoto 
avatar
katia75
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 4420
Data d'iscrizione : 09.06.13

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da MICHAELINMYHEART il Gio Set 26, 2013 4:47 pm

Anche a me Childhood ... mi colpisce sempre quando questo ragazzo parla di Michael.. effettivamente mi ha commosso più di Frank Cascio quando ha preso la parola al Mj Day ... lo hai visto ?
avatar
MICHAELINMYHEART
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1728
Età : 43
Località : ANCONA
Data d'iscrizione : 19.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da childhood il Gio Set 26, 2013 5:48 pm

Ho sentito Cascio, ma solo al pomeriggio, credo si sia dilungato ben oltre al mattino nell'altro teatro! E mi sono persa pure l'esibizione di Giorgio!!
Frank gli è stato vicino da quando era bambino e nel suo libro ha descritto anche i suoi aspetti quotidiani assieme ad atteggiamenti che non avremmo mai potuto riscontrare nelle occasioni pubbliche mentre credo che il racconto di chi lo ha incontrato pochi istanti come Gianni sia molto più vicino a quello che potrebbe provare chiunque di noi!!

_________________
...I've never seen nothing like this in my life. It's amazing! He's the greatest entertainer in the world...
!!this is it!!


Just because you read it in a magazine Or see it on the TV screen Don't make it factual, actual You're so damn disrespectable
Privacy, anonymity and integrity become an illusion
avatar
childhood
Moderatrice Globale
Moderatrice Globale

Numero di messaggi : 12750
Età : 33
Località : Bari
Data d'iscrizione : 13.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da KRISMICHAEL il Gio Set 26, 2013 11:59 pm

childhood ha scritto:Bella intervista!! Grazie Chiara!
a me hanno colpito mooolto queste parole di Gianni:
MICHAELINMYHEART ha scritto:
Gianni: Ho visto Michael da vicino e avevo l’impressione che fosse un essere etereo, che quasi fluttuasse. Come i maestri spirituali. Incontrarlo mi ha dato l’idea che fosse davvero umano,  la sua fisicità, il suo sguardo. Si poteva percepire chiaramente ancora quella magia e quell’aura  che lo contraddistingue.

Gianni: E’ difficile dirlo. Michael ti trasporta.  Non è possibile per me parlarne al passato. Lui c’è…è qui. Michael ti trasporta nel suo mondo. Le emozioni scendevamo dentro di me come una cascata in piena! Hai presente quando stai vivendo un momento irripetibile? La nascita di un figlio…o quando incontri la donna della tua vita. Sai che un’emozione unica  di un momento unico. Con Michael ho provato quello.

Gianni: La sua voce ti dà serenità. Parla in maniera tranquilla, sa metterti a tuo agio. Michael è un mix meraviglioso di sguardi, voce e gestualità. Sei fuori dal tempo, fuori dal mondo. Sei al cospetto di un Maestro, una persona illuminata.
Anche a me!!


Michael è un sogno, è stupore allostato puro. Tutto di lui meraviglia! Era tra noi, ma come se nn ci fosse stato;è un mondo parallelo all'impensabile, eppure esiste. :33
avatar
KRISMICHAEL
Greatest Entertainer of All Time
Greatest Entertainer of All Time

Numero di messaggi : 15390
Età : 21
Data d'iscrizione : 07.12.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da Sette di Nove il Lun Set 30, 2013 11:20 am

è un'intervista meravigliosa! a me i pezzi che hanno colpito di più sono quando entrambi gli intervistati (ma soprattutto Gessica) parlano della sua spiritualità, della sua aura, della sua connessione alla "fonte", della sua umiltà, ecc. ed in generale da quello che "emanava" dal suo Essere.....
avatar
Sette di Nove
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1397
Età : 68
Località : Roma
Data d'iscrizione : 06.11.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da lorejacksina il Dom Ott 06, 2013 11:35 pm

A questo link c'è una pagina del blog di Gianni d'Andria e in questa pagina precisa potete trovare il suo racconto e anche la foto della maglia incorniciata con la foto insieme a Michael.
Chiara,ma era questa la ragazza di cui mi parlavi e della quale non trovavi più la testimonianza?
Lei è quella che ha scritto l'Agnello al macello e che ha tradotto per prima Dancing the dreams,ma sicuramente lo sapevate già.
grazie di aver condiviso queste interviste,è sempre dolce e amaro leggere di chi ha avuto la fortuna e anche la caparbietà di seguirlo per incontrarlo.

http://www.dancingthedream.altervista.org/meet-michael.html
avatar
lorejacksina
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2073
Età : 45
Data d'iscrizione : 28.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da MICHAELINMYHEART il Dom Ott 06, 2013 11:41 pm

no Lore ...purtroppo l' altra non l'ho piu' trovata.
Si sapevo di lei e del libro, non che avesse tradotto Dancing the dream, grazie per l' info
avatar
MICHAELINMYHEART
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1728
Età : 43
Località : ANCONA
Data d'iscrizione : 19.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: intervista a Gessica Puglielli e Gianni D'andria (direttore artistio MJ Day)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum