Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Andare in basso

Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da lorejacksina il Mar Lug 03, 2012 5:51 pm

1 MARZO 2012


Willa: Sai, Joie, ci sono tante cose che amo dei video di Michael Jackson, ma uno dei motivi per cui sono così interessanti per me, è la loro complessità emotiva. La psicologia umana non è semplice o lineare. Nessuno di noi è prettamente buono o prettamente cattivo, siamo tutti un complicato mix di emozioni e di desideri contrastanti. Ed i video di Jackson non sono semplici e neppure facili da capire. Onestamente li sento carichi di emozione, perché i suoi personaggi sono complessi, anche contraddittori, e ti ritrovi attratta da loro, anche se ci possono essere alcuni aspetti inquietanti o di disagio, proprio come le persone reali.

Tutto questo mi ha fatto pensare a “Who Is It”, uno dei suoi video meno noti. (Infatti, non pensavo nemmeno che fosse su YouTube. Non riuscivo a trovarlo l'altro giorno quando l’ho cercato). In apparenza, la trama di questo video sembra abbastanza semplice: un uomo ricco è tradito da una donna ambigua che lo usava per i suoi soldi. Questa è una storia più antica della Bibbia.
Ma ogni volta che guardo questo video, mi trovo attratta da lei così come da lui, ed è chiaro che Michael Jackson ha voluto farci sentire in quel modo. Lei è raffigurata come un personaggio che induce a compassione, e il modo in cui è ambientata la vicenda, troviamo che ha dei motivi complessi per agire come lei. In effetti, da più punti di vista è più impedita di lui. Lui è un uomo ricco che può volare via in un elicottero quando le cose vanno male, ma lei non ha questa libertà. Come il video chiarisce, lei è bloccata nella sua vita. Così, mentre simpatizzo con lui e sento il dolore a causa del tradimento di lei, sono riluttante a giudicarla troppo duramente per questo tradimento, soprattutto quando lei tenta di liberarsi dai suoi vincoli e gli presenta il suo "vero volto".

Joie: Willa, qui sono completamente d'accordo con te e ho sempre amato questo video semplicemente a causa della trama. Normalmente, come sai, potrei dire che non provo interesse per questo video, perché non c'è abbastanza Michael in esso, e tu sai come mi piace sedermi e contemplarlo! Ma non posso provare antipatia per questo video perché la trama è, per me, così infinitamente affascinante. In effetti, ogni volta che lo guardo, mi ritrovo a cercare di riempire gli spazi vuoti e creare un retroscena!
Voglio sapere chi è questa donna e come ha fatto a essere coinvolta nel ciclo distruttivo in cui si trova; come ha fatto a incontrare l'uomo ricco che sta descrivendo Michael e come si sono innamorati, chi sono le persone losche con le quali lei sta lavorando e come hanno fatto a costringerla in questo stile di vita? Spesso mi trovo a desiderare di potermi sedere e guardare tutta la storia recitata come se si trattasse di un film TV o qualcosa del genere. La adoro!

Nel video, penso che sia abbastanza chiaro, lei è una squillo di alto borgo, ma è più di questo. E' anche un’abile truffatrice e lavora per alcune persone veramente losche che sembrano aver investito un sacco di tempo e di energia nel compito di prendere i soldi da persone facoltose. L'hanno addestrata a diventare una persona diversa per ogni cliente, diventando esattamente ciò che vuole ogni cliente e portando a lui o a lei, fantasia alla vita.

Vediamo la sua trasformazione da Alex (molto 'reale', ragazza senza pretese) a Diana (una bionda, riservata donna d'affari, per un appuntamento con un uomo misterioso), da Celeste (una mangia uomini bruna in lingerie killer che si spoglia, mentre il suo cliente, un uomo più vecchio con la maschera a ossigeno, guarda), a Eva (una civettuola "innocente" con un milione di riccioli che vediamo più tardi mentre si veste, mentre lascia la camera d'albergo di tre donne che dormono soddisfatte). È interessante notare che Michael sembra aver incontrato la semplice 'reale' Alex, ma è lei quella vera?

Qualcosa evidentemente è andato storto nei suoi rapporti con il carattere di Michael. In qualche modo, si sono innamorati. E non è davvero chiaro se lui era o meno uno dei suoi clienti o se non era nemmeno a conoscenza della sua professione. Dal dolore del tradimento che lui prova, si ha la sensazione che lui non lo sapesse. Ha anche un assistente o detective che lavora per lui, che segue la ragazza e lo porta nel suo appartamento per fargli vedere tutte le "prove" che ha trovato contro di lei, tra cui i numerosi biglietti da visita con i vari nomi. E una volta che il protagonista lo scopre, non solo è devastato, ma si chiede anche se era solo un altro obiettivo per lei.

Come ci dice il testo della canzone:

Le ho dato soldi
Le ho dato tempo
Le ho dato tutto ciò
che si può trovare in un cuore
Le ho dato passione
Tutta la mia anima
Le ho fatto promesse
E svelato segreti

Così presenta chiaramente i veri sentimenti per questa donna, o almeno la donna credeva che lei fosse. Ha pensato che fossero anime gemelle, pensava che sarebbero stati insieme per sempre, come lui canta:

E lei si è promessa per sempre
che un giorno avremmo vissuto come una persona sola
Abbiamo fatto i nostri voti
Avremmo iniziato una nuova vita
E lei mi ha promesso in segreto
Che lei mi avrebbe amato per sempre
Era una promessa così falsa
Dimmi cosa devo fare?


E' devastato. Ha completamente il cuore spezzato dal suo tradimento. E si chiede "chi è"?. Non solo “chi è l'altro uomo che lei stava vedendo”, ma anche, e soprattutto, “chi è” questa donna di cui mi sono innamorato?.

Willa: So esattamente cosa vuoi dire, Joie. Ogni volta che guardo questo video mi domando, chi è questa donna? O, come dice il titolo, “chi è”?.
Come abbiamo già parlato molte volte in passato, a cominciare da “My Baby“ pubblicato in agosto, vediamo ripetutamente nel lavoro di Michael Jackson, questo doppio scenario dove lui si trova in una relazione romantica, che sembra anche rappresentare il rapporto con il suo pubblico. E avverto fermamente che qui c’è ancora una doppia relazione. Lui è innamorato di una donna che è in continuo cambiamento, e lui in realtà non sa chi è, e wow, questo è il suo pubblico.

Dopo tutto, il suo pubblico comprende le persone che lo amano, ma include anche i critici musicali che non lo capiscono e ci vanno veramente duri su di lui, i dirigenti del settore musicale che volevano solo usarlo per portargli via i suoi soldi, i fan occasionali ai quali piaceva finché lui era cool, ma che gli si rivoltarono contro, non appena lui non lo era più, e persino i nemici che si adoperavano attivamente per renderlo antipatico.

Ricorda, questo video è stato prodotto nel 1992, poco prima che scoppiasse lo scandalo delle molestie. Tendiamo a guardare indietro e pensare che fosse tutto meraviglioso prima del 1993 e terribile dopo, ma non è vero. La forte reazione negativa è iniziata prima del 1993. In realtà, penso che questo sia uno dei motivi per cui così tante persone erano disposte a credere a quelle false accuse basate su prove fallaci: perché i sentimenti del pubblico verso di lui a quel punto erano già molto confusi e complicati.

Un sacco di gente voleva che rimanesse il ragazzino dal volto di un cherubino dei Jackson 5, ma era cresciuto e diventato un giovane uomo estremamente potente e ricco, con una cifra stimata di 500 milioni di dollari in banca. E il suo aspetto continuava a cambiare, proprio come la protagonista femminile in "Who Is It". Ecco che cominciò quella sensazione inquietante che forse non conoscevamo davvero questo ragazzino dal volto dolce che era cresciuto di fronte a noi. Pensavamo di conoscerlo, ma lo conoscevamo veramente? Proprio come lui pensava di conoscere la donna in “Who Is It”, ma la conosceva davvero?

In realtà, questo ragionamento è una sorta di pazzia, ma più ci penso, più credo che la situazione è invertita questa volta, e la donna in “Who Is It” è lui, Michael Jackson.

Joie: Non mi sembra affatto un ragionamento folle, Willa. In realtà, stavo pensando la stessa identica cosa!

Willa: Davvero? Sono sempre così preoccupata che tu stia pensando che io sia una svitata, e sono sempre così riconoscente quando non lo pensi. Ma ci sono o non ci sono molte analogie tra loro? Dopo tutto, la sua carriera come ragazza squillo dipende dal piacere dei suoi clienti, proprio come la sua carriera da intrattenitore dipende dal piacere del suo pubblico.

Lei cambia continuamente le identità per soddisfare le esigenze di diversi clienti, proprio mentre lui stava cambiando continuamente il suo aspetto e aveva a che fare costantemente con le esigenze di diversi segmenti del suo pubblico. Sai, in diversi momenti della sua carriera, è stato criticato da diversi gruppi come troppo tradizionale, troppo irritabile, troppo popolare, troppo paranoico, troppo morbido, troppo arrabbiato, troppo nero, troppo bianco, troppo prevedibile, troppo incomprensibile, troppo ansioso di piacere al suo pubblico, anche di perdere il contatto con il pubblico, e così via.

Inoltre, mi colpisce che, come ragazza squillo, lei è un tipo di artista, un’artista della truffa. Altrettanto importante, quello che sta "vendendo" ai suoi clienti è la parte più intima di sé, del suo essere. E credo che l'arte di Michael Jackson sia stata la parte più intima di se stesso. Penso che sia la ragione del suo lavoro che muova la gente in modo così potente, se sei in sintonia con lui, senti che sta rivelando i suoi sentimenti più intimi, tutte le sue gioie, le sue paure e le sue speranze. E attraverso la sua arte, sta mettendo i suoi pensieri privati e le emozioni in piazza, rendendoli disponibili ad un pubblico che può o non può capirlo, e che può giudicarlo. Per me, è incredibile un tale atto di coraggio, ma deve essere stato anche terribilmente doloroso, soprattutto parchè teneva realmente al suo pubblico.

E quindi penso che si è fortemente identificato con questa donna in "Who Is It", una ragazza squillo di grande successo che fa l' 'errore' di innamorarsi di un cliente, così come lui era un intrattenitore di grande successo che ha fatto genuinamente l' 'errore' di preoccuparsi del suo pubblico. E penso che sia uno dei motivi per cui provo tanta simpatia per lei ogni volta che guardo questo video.

Joie: Willa, penso che tu abbia ragione con questo sui soldi e sono completamente d'accordo. E penso che "Who Is It" sia in realtà uno dei suoi video più belli proprio per questo motivo. E' assolutamente geniale! Se ascolti il testo della canzone, in realtà non si presta a questo tipo di intreccio. La canzone suggerisce che questo è un uomo che ha scoperto che la sua donna sta avendo una relazione con un altro uomo.

"Chi è"? Canta. "E'un mio amico? È mio fratello"?. La canzone è abbastanza semplice. Ma il cortometraggio è molto più complesso.
Come dici tu, si identifica con la donna nel video, e vuole farci vedere chiaramente oltre i difetti di lei e provare simpatia e compassione per lei e la situazione nella quale lei ritrova. Lei è "impantanata" nella sua vita, come dici tu. Non ha molte opzioni. E come ho visto di recente, non ho potuto fare a meno di chiedermi se Michael forse stava cercando di trasmettere un messaggio con questo video. Il messaggio è che lui e questa donna in realtà non sono poi così diversi. Lei è là fuori, che si sta dando a tutti, alle persone losche per i quali lei sta lavorando, così come ai clienti veri e propri. E in un senso molto reale, Michael era nella stessa precisa posizione. Là fuori, che si sta dando a tutti, ai dirigenti dell'industria musicale, ai critici, ai nemici, e ai fan. E sono sicura che ci sono stati momenti in cui probabilmente anche lui si è sentito tipo "prigioniero" nella sua vita, proprio come la donna nel video. E penso che, a un certo livello ... ad un certo punto nel tempo ... noi tutti probabilmente ci sentiamo in quel modo ad un certo momento della nostra vita. Quindi lei è davvero qualcuno che si può mettere in relazione con tutti.

Willa: Sono d'accordo. E, naturalmente, uno delle somiglianze più sorprendenti tra lei e Michael Jackson come personaggio pubblico è il loro aspetto sempre mutevole. Come è stato sottolineato in precedenza, il suo aspetto cambia drasticamente da Alex a Diana, da Celeste ad Eva, in realtà, il suo aspetto cambia in modo così radicale che non si può certo dire che sia la stessa persona. E' solo tutto nei capelli e nel trucco, ma le trasformazioni sono incredibili.
E, naturalmente, come pure è cambiato l'aspetto di Michael Jackson, così radicalmente che tanta gente ha insistito che doveva aver avuto notevoli interventi di chirurgia plastica, anche se ha detto più volte che non lo fece, e la madre lo ha confermato dopo la sua morte. Proprio come la donna in "Who Is It", è solo tutto nei capelli e nel trucco.

Per esempio, ecco le mie foto preferite per il confronto, del 1987 e del 2003:

A prima vista, sembra decisamente diverso in queste due immagini. Ma se dedichiamo del tempo a guardare effettivamente le linee portanti della sua faccia, sono identiche, anche se sono passati 16 anni. Se delinei i dettagli del suo viso nella foto a sinistra e nella foto a destra e poi metti i contorni l'uno sopra l'altro, sarebbero identici. Sembra radicalmente diverso, ma come la donna in "Who Is It", è solo nei capelli e nel make-up.

Joie: E' solo tutto nei capelli e nel trucco, Willa. E nel caso di molte immagini di Michael, è anche nell'angolo di illuminazione della fotocamera e nell'espressione del viso. La mia foto preferita per un confronto, è il fotomontaggio dal blog "Vindicating Michael" dove hanno preso una foto del 1988 (epoca Bad) e una foto del 2007 (dal servizio fotografico Ebony) e le hanno messe insieme.

Questa immagine composta mostra chiaramente che la sua faccia è esattamente la stessa, non ci sono stati cambiamenti radicali. Gli occhi, il naso, gli zigomi, la linea della mascella, le labbra e il mento. Tutti esattamente gli stessi. E le due immagini utilizzate sono state scattate a quasi 20 anni di distanza! Se questo non è la prova che stava dicendo la verità quando ha detto più volte che non aveva avuto fatto nessun altro intervento oltre alle varie procedure al naso e la fessura nel mento, non so cosa sia.

Willa: Sono così felice che hai menzionato quel fotomontaggio, Joie, perché dimostra davvero qualcosa di importante: mentre la percezione del pubblico e le interpretazioni sul suo volto cambiarono radicalmente dal 1988 al 2007, il suo vero volto non lo ha fatto. Erano solo nei capelli, nel trucco e ne potere della suggestione. Ma mentre la donna in "Who Is It" cambia il suo aspetto per soddisfare i suoi clienti, Michael Jackson deve aver avuto motivazioni diverse, ovviamente, perché i suoi "clienti" non erano stati soddisfatti. Stava veramente sfidando il suo pubblico e a molta gente non piaceva ed erano incredibilmente arrabbiati per il cambiamento del suo aspetto.

Vista in questo contesto, la fine di "Who Is It" è molto toccante, credo. Il personaggio di Alex / Diana / Celeste / Eva, tenta di liberarsi dalla sua vita falsa per rivelare il suo "vero volto" al protagonista. Arriva nella sua proprietà senza il trucco perfetto, i capelli perfetti, i vestiti glamour, l'atteggiamento regale. Questa per me è la persona "reale", il cui nome non lo conosciamo, la persona dietro la maschera. Ma è troppo tardi. Lui se n'è andato. Il suo assistente scuote la testa quando lei chiede di vederlo, e poi le getta direttamente tutte le carte con i nomi falsi : Alex, Diana, Celeste, Eva, e altro ancora. In effetti, la sta costringendo a riconoscere quelle false identità.

Così lei torna indietro e rientra nella vita dalla quale ha cercato di fuggire. Nella nostra ultima immagine di lei, lei è sdraiata sul tavolo del make-up di quella stessa folla sulla quale lei si appoggia per rifare la sua identità, ancora una volta. E poi, in un momento classico di Michael Jackson, la prospettiva si ribalta improvvisamente e noi, il pubblico, ci troviamo sul tavolo a guardare la gente chinata su di lei / noi. Stiamo diventando lei.

Per me, questo improvviso cambiamento di prospettiva che ci pone nella sua posizione, è la quintessenza di Michael Jackson. Anche mentre ci sta portando a simpatizzare con dolore al suo personaggio, egli ci incoraggia anche a considerare il suo punto di vista. Vediamo questi cambiamenti di prospettiva attraverso tutto il suo lavoro, da "Ben" a "Dirty Diana" a "Whatever Happens." In "Ghosts", ci conduce nella mente del sindaco (il personaggio Tom Sneddon) e ci mostra la situazione dal suo punto di vista, la quale mi fa vedere l’incredibile generosità di spirito. Egli ci costringe costantemente a vedere le situazioni da prospettive multiple, inclusi i punti di vista che sono stati raramente considerati prima, e mi piace. L'ho amato da quando avevo nove anni.

Joie: Sai, una delle cose di questo video che trovo più intrigante, Willa, è il fatto che in realtà Michael non lo si veda molto. E i motivi sono realmente avvolti in una sorta di mistero. Ci sono un sacco di informazioni contraddittorie che fluttuano su Internet a questo proposito, con molti fan che credono che questo video era stato effettivamente bandito dalla TV americana, e la storia accettata è che Michael era estremamente impegnato in quel periodo con il “Dangerous Tour” e non aveva tempo da dedicare completamente alla realizzazione di questo video, così è stato prodotto senza il suo contributo creativo.

Non so quanto sia vero, ma, ci sono due cose che si sanno per certo. In primo luogo, la canzone "Who Is It" non doveva essere pubblicata come singolo negli Stati Uniti, ma l’improvvisa a cappella di Michael, in versione beatbox durante l'intervista di Oprah Winfrey il 10 Febbraio 1993, aveva davvero suscitato l'interesse del pubblico. Le richieste per sentire il brano erano schizzate alle stelle presso le stazioni radio in tutto il paese. Così la Sony aveva deciso di andare avanti e di rilasciarla al posto di "Give In To Me", che era stato previsto essere il prossimo singolo negli Stati Uniti. (In realtà, Michael il video di questa canzone lo fece debuttare durante l’intervista con Oprah per questo motivo).

La seconda cosa che è certa, è che, per qualsiasi motivo, un sosia di Michael Jackson, Casanova, era stato assunto per completare le riprese di alcune scene e se si guarda molto attentamente tutte le scene di Michael nella limousine e alla fine sdraiato nell’aereo, si può chiaramente vedere che non è lui.

Willa: Stai scherzando? Quello è un sosia? Come fai a sapere tutte queste cose, Joie? Sei davvero incredibile, sei come una che vive e respira l'enciclopedia Michael Jackson. Mi stupisci sempre.

Joie: Sei così divertente! Quella parte è più o meno risaputa.

Willa: Davvero? Beh, lo avevo completamente tralasciato questo, perché non ne avevo idea.

Joie: Ma è qui dove la gente si confonde ... dicono che il sosia sia stato assunto perché Michael era troppo occupato con il tour per completare le riprese, ma tuttavia, questo video è stato effettivamente realizzato nel 1992. Ora, io non sono certa in quale mese è andato in produzione, ma, ha debuttato nel Regno Unito il 13 luglio 1992.

Ciò significa che le riprese molto probabilmente si sono verificate prima del mese di luglio e il “Dangerous Tour” iniziò il 27 giugno 1992. E mentre io sono sicura che probabilmente era molto impegnato con le prove e la preparazione del tour fino alla data d’inizio, non sono sicura di abboccare all'intera storia “troppo occupato per completare le riprese”.

Ma i fatti si complicano ulteriormente perché il 14 luglio, il giorno dopo il suo debutto nel Regno Unito, Michael aveva ritirato il video perché era scontento del montaggio del film e del suo rilascio anticipato. Penso che questo possa essere stato causato dalle voci che il video era stato "vietato" dalla tv americana, ma il fatto semplice è che questo video non era stato rilasciato negli Stati Uniti. Una volta che la Sony prese la decisione di rilasciare il singolo in America, unirono le forze con MTV e crearono un concorso in cui i fan potevano creare un video per la canzone. Così, negli Stati Uniti il video di accompagnamento era una raccolta di precedenti video e di clip di performance di MJ.

Il video effettivamente non fu disponibile negli Stati Uniti fino a quando non fu rilasciato il "Dangerous: The Short Films DVD" il 23 novembre 1993.
Ma la domanda che continua a saltellare nella mia testa è perché? Il video di questa canzone era stato ovviamente già completato nel momento in cui la Sony ha deciso di rilasciare la canzone come singolo in America. Hanno preso questa decisione dopo l'intervista di Oprah (10 febbraio 1993) e rilasciato il singolo il 31 marzo 1993. Ma il video aveva già debuttato nel Regno Unito (13 luglio 1992). Allora perché non rilasciarlo anche qui?

Willa: Questo è curioso. Perché la grande corsa per un video quando ne avevano già uno, uno davvero affascinante, messo nel cassetto?
Ma sono ancora allibita dal sosia alla fine. Questo è stupefacente. Chi fa questo? Chi assume un sosia per imitarlo nei suoi video? E soprattutto Michael Jackson, i cui video non sono solo strumenti di marketing per le sue canzoni, ma sono squisitamente opere d'arte artigianali. Prendendo una scorciatoia in quel modo che viola tutto quello che so su di lui come artista. Semplicemente non torna.

Ma sai, se guardiamo a questo in un modo diverso, se lo guardiamo tematicamente, utilizzando un imitatore, alla fine aggiunge in realtà un altro livello di significato e di intrighi a questo video. Pensaci. Abbiamo un personaggio femminile che sta sempre cambiando identità, ed è condannato per questo, e noi come pubblico siamo costantemente turbati dal suo aspetto che cambia e dalla domanda ricorrente "Who Is It?" E poi le scene finali sono di Michael Jackson, ma non è proprio Michael Jackson? Si tratta di un sosia di Michael Jackson? Voglio dire, sul serio, quanto è perfetto quello? Lui è così infinitamente affascinante per me, a così tanti livelli. Proprio quando pensi di aver compreso qualcosa, lui aggiunge ancora un’altra interpretazione. "Who Is It", davvero.

Questa situazione con il sosia mi ricorda una citazione meravigliosa di Bill Bottrell che descrive come è arrivato a scrivere ed eseguire il "rap bianco" in "Black or White":

“Continuavo a dire a Michael che dovevamo fare un rap, e lui portò con sé rapper come L.L. Cool J e Notorious BIG, che stavano eseguendo altre canzoni. Per qualche motivo, non ho avuto accesso a loro per “Black or White”... Così un giorno scrissi il rap. Mi sono svegliato al mattino e prima della mia prima tazza di caffè, cominciai ad annotare quello che stavo ascoltando ... Questo è il genere di cose che fa lui (Michael), che sembra casuale, ma è come se lui facesse accadere le cose per sbaglio ... Non ho pensato troppo al rap bianco, così portai Bryan Loren per rappare le mie parole... ma lui era a disagio a fare il rapper. Come risultato, l'ho portato a termine lo stesso giorno dopo che Bryan andò via, feci varie versioni, ne scelsi una, la suonai per Michael il giorno dopo e lui, "Ohhhh, mi piace, Bill, mi piace. Questa dovrebbe essere l’unica versione". Continuavo a dire “No, dobbiamo procurarci un rapper vero e proprio", ma appena sentì la mia performance si dedicò a questa versione e non considerò l'utilizzo di nessun altro!".

Come Ultravioletrae ha sottolineato così brillantemente in un commento un paio di settimane fa su "What Makes a Songwriter" che il "rap bianco" è una caratteristica cruciale di "Black or White". Come ha scritto,

“la sezione rap di “Black or White” usa il “nero hip hop”, ma attraversa una prospettiva bianca, si sente il buon testo e la performance di Bill Bottrell. Il pezzo precedente, "Sono stanco di questo diavolo" utilizza l’hard rock bianco e l’heavy metal ma attraversa una prospettiva nera e la frustrazione dell’ingiustizia razziale. Ha volutamente confuso qui i codici musicali, nel tentativo di integrare tutti questi punti di vista in un'unica visione molto trans-etnica".

Quindi Michael Jackson aveva davvero bisogno di un "rap bianco" per questa sezione, ma stava lavorando con un produttore che aveva antipatia per il "rap bianco." Ma ingegnosamente capisce la maniera di convincerlo a creare per lui. Come Bottrell disse: "Questo è il genere di cosa che fa, sembra casuale, ma è come se facesse accadere le cose per caso". Amo quella citazione, e posso solo immaginare la situazione. In qualche modo tutti questi incredibili rapper stanno entrando ed uscendo dallo studio, e sono tutti disposti e desiderosi di stare in un album di Michael Jackson. Eppure sono misteriosamente non disponibili per questa particolare canzone, come Botrell dice: "In qualche modo, non ho avuto accesso a loro per "Black or White" così finalmente ci ha a che fare lui stesso." Mi dispiace, ma questo è geniale.

Willa: vedo esattamente lo stesso scenario di "lui che fa accadere le cose per caso" nelle scene finali di “Who Is It” . Ha così tanto senso su così tanti aspetti avere un sosia di MJ nella realizzazione di quelle scene, in modo che il vero Michael Jackson si renda facilmente non disponibile, mentre quelle scene sono state filmate. All'improvviso lui è troppo occupato, non può venire, il tempo in studio è incredibilmente costoso, loro non possono aspettare, e sono costretti ad utilizzare un imitatore. Brillante.

Joie: Forse hai ragione su questo, Willa. Certamente sarebbe una mossa artistica interessante, non è vero? E si spegne completamente il rumor di Internet che Michael non ha avuto alcun controllo creativo su questo cortometraggio. Il video è stato girato dal regista David Fincher, che tra molti altri, ha diretto “Il curioso caso di Benjamin Button” del 2008 e “The Social Network” del 2010. Ha diretto inoltre numerosi video musicali per tutti, da Madonna e Paula Abdul ai Rolling Stones e Nine Inch Nails. La sua lista dei crediti video è altrettanto impressionante come i suoi crediti cinematografici, e sappiamo tutti come a Michael gli è sempre piaciuto lavorare con i migliori nei loro campi.

Willa: Oh, credo che fosse molto coinvolto in “Who Is It”, dallo sviluppo concettuale attraverso la produzione. E' semplicemente lui, fino ai cambiamenti degli angoli di ripresa portano il timbro della sua personalità e della sua visione artistica. Tutto quello che devi fare è guardarlo e puoi dire che era molto coinvolto nella creazione di questo video.
E non avrebbe permesso di includerlo nel “Dangerous: The Short Films DVD “se fosse stato seriamente insoddisfatto del video. Tutti sanno quanto fosse meticoloso. Abbiamo sentito tutti la storia di come lui, Quincy Jones e gli altri si erano riuniti per ascoltare la versione finale dell'album Thriller, a lui non piacque e si rifiutò di pubblicarlo fino a quando non incontrò i suoi standard.

Non so cosa stava succedendo allora dietro al video “Who Is It” quando è stato rilasciato e ritirato e pubblicato di nuovo, sai molto di più su questo che io Joie, ma sono convinta che questo video merita molta più attenzione di quella che ha ricevuto, e merita di essere collocato a fianco dei suoi film più conosciuti.

Joie: Sono d'accordo, è brillante.

www.dancingwiththeelephant.wordpress.com/2012/03/01/who-is-it...

- Traduzione a cura di Niki64.mjj per MJFanSquare.
In caso di diffusione della traduzione si prega di riportare la fonte, grazie. -



avatar
lorejacksina
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2073
Età : 45
Data d'iscrizione : 28.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da MICHAELINMYHEART il Gio Lug 05, 2012 11:51 pm

Grazie Lore, come sempre, per questi post!
A me piace un sacco leggere queste interpretazioni, ragionamenti forse un pò portati all' eccesso, ma mi danno modo di pensare
Bello il fatto che fanno notare che Michael sembrava far accadere le cose (che voleva) per caso Cool
Le foto mi hanno un pò spiazzata, non le conoscevo e di solito sono più le volte che in rete si trovano paragonate 2 foto per sottolineare le differenze, anzichè l'assoluta somiglianza a distanza di 20 anni !
Credere alle tante operazioni di chirurgia che però lui ha sempre negato o al fatto che fosse solo make up e luci/pettinature diverse?
E' indubbio che Michael sia cambiato negli anni e sinceramente quasto è uno di quegli aspetti di lui così intricai che a volte non so neanche io più cosa pensare scratch
avatar
MICHAELINMYHEART
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1728
Età : 43
Località : ANCONA
Data d'iscrizione : 19.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da lorejacksina il Ven Lug 06, 2012 12:03 am

Io non ho idea di quanti e quali interventi Michael abbia fatto e sinceramente non è una delle cose che desta ilmio interesse.
Quello che spesso ho notato è che veramente alcune foto dello stesso periodo sembrano ritrarre un Michael così diverso,per esempio le immagini di Michael durante i concerti dell'History e le immagini di lui negli stessi giorni,ma al di fuori del concerto,in albergo o in giro.....a me spesso non sembra lo stesso Michael....quel volto dei concerti mi sembra così diverso dall'altro,eppure è sempre lui,semplicemente ha un trucco diverso,una pettinatura diversa e anche un espressione diversa da Michaaael Jackson del palco.
Quindi credo veramente che a volte il trucco,i capelli e una foto fatta male,ci diano una percezione sbagliata.
Con questo non voglio negare che in alcuni momenti della sua vita ha veramente esagerato e si vede benissimo......peccato che lui non si sia mai visto così come lo vediamo noi....era così bello anche senza tutto quel trucco e quei ritocchi...
comunque mi fa piacere che trovi questi articoli interessanti,per me sono uno spunto in più per ragionare oltre le solite chiacchiere che facciamo su Michael,sono sempre punti di vista diversi,di chi lo ha vissuto in America,fin da quando era un ragazzino e sono convinta che anche se a volte si spingono fino all'estremo con la fantasia,in molte cose queste due persone ci vedono lontano ....
avatar
lorejacksina
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2073
Età : 45
Data d'iscrizione : 28.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da MICHAELINMYHEART il Ven Lug 06, 2012 12:42 am

Già hai ragione ma come spesso succede con lui si afferma una cosa e anche il suo esatto contrario!
Anche a me dispiace che lui non si sia mai visto con i nostri occhi o semplicemente per quello che il suo volto era veramente.
Non potremo mai sapere i motivi che lo spinsero a cambiare ( o sembrare cambiato ?) ma certe volte penso a quanto la gente si sia allontanata da lui a causa di questo.
Per esempio ho notato che i commenti di molte persone ,che non sono sicuramente suoi fan e che conoscono soprattutto il Michael ritratto dai tabloid , meno l'artista e quasi per niente l'uomo, sono negativi proprio per come appariva negli ultimi anni. Ho sentito dire "guarda come si è ridotto" o "a me sembra che uno così non sia normale" .
Non posso biasimarli del tutto anche se vorrei potessero andare oltre. Ammetto che durante il processo, in un periodo in cui lui era lontanissimo dalla mia vita e dai miei pensieri, ricordo che in tv davano ogni giorno le immagini di lui che entrava o usciva dall'aula e ricordo di aver provato lo stesso sentimento di sconcerto e disagio per quanto il suo volto era mutato dall'era HIStory per esempio, pur avendone compassione e mi dispiaceva per lui perchè istintivamente ho sempre provato un affetto sincero nei suoi confronti.

Se questa cosa non fosse stata così difficile da mandare giù ,
l' opinione pubblica oggi averebbe un maggior rispetto, considerazione, comprensione di lui ?? Chissà.....
avatar
MICHAELINMYHEART
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1728
Età : 43
Località : ANCONA
Data d'iscrizione : 19.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da trilli80 il Ven Lug 06, 2012 1:05 am

MICHAELINMYHEART ha scritto:

Se questa cosa non fosse stata così difficile da mandare giù ,
l' opinione pubblica oggi averebbe un maggior rispetto, considerazione, comprensione di lui ?? Chissà.....

Credo proprio di si.
Penso che tutto ciò che non si conformi al concetto di "normalità" è giudicato deviante dall'opinione pubblica. Per la maggior parte delle persone Michael non era "normale" e quindi non degno di essere considerato e rispettato.Le stravaganze di Michael hanno giocato un ruolo importante nella sua discesa sociale, però resto dell'idea che i veri responsabili sono stati i tabloid che lo hanno dipinto come un mostro, che hanno fatto circolare notizie fasulle ed alterate in tutto il mondo, ed hanno influenzato negativamente i pensieri ed i sentimenti di molte persone che potenzialmente avrebbero potuto amarlo
avatar
trilli80
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1252
Età : 38
Data d'iscrizione : 11.05.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da MICHAELINMYHEART il Ven Lug 06, 2012 1:23 am

Lo so trilli, un mix micidiale di cose e questo è stato il risultato...
Ce lo siamo detti tante volte quanto lui sia stato abile con stampa ed opinione pubblica per arrivare sul tetto del mondo ma al tempo stesso ha scherzato con il fuoco e purtroppo la caduta è stata ben più dura e dolorosa.
Certe volte inizio a pensare troppo a cose tipo " e se non fosse andata così ? " ma anche questo mi fa più male che bene visto come sono andati i fatti Sad
avatar
MICHAELINMYHEART
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1728
Età : 43
Località : ANCONA
Data d'iscrizione : 19.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da trilli80 il Ven Lug 06, 2012 1:45 am

Io non credo che sia stata la sua caduta sociale a portarlo alla morte. Io penso sempre a Michael come ad un angelo triste, caduto per sbaglio su questa terra. Michael soffriva tanto, troppo- Il suo cuore sanguinava quando pensava alle sofferenze che affliggono il mondo. Questa non è sensibilità è qualcosa di più. Chi sperimenta questo tipo di amore e di dolore per il prossimo, non può trovare pace su questa terra. Mi capita spesso di pensare alla telefonata che il dott. M. ha registrato, in cui Michael con voce delirante esprime il desiderio di voler costruire un ospedale pediatrico, e mi viene la pelle d'oca perchè penso che quest'uomo è "impazzito d'amore" ed è morto amando
avatar
trilli80
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1252
Età : 38
Data d'iscrizione : 11.05.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da smelly jackson il Ven Lug 06, 2012 2:16 pm

Possiamo dire che Michael è morto per il troppo amare... Crying or Very sad
avatar
smelly jackson
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1810
Età : 45
Località : TRENTO
Data d'iscrizione : 02.12.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da lorejacksina il Ven Lug 06, 2012 4:31 pm

trilli80 ha scritto:Io non credo che sia stata la sua caduta sociale a portarlo alla morte. Io penso sempre a Michael come ad un angelo triste, caduto per sbaglio su questa terra. Michael soffriva tanto, troppo- Il suo cuore sanguinava quando pensava alle sofferenze che affliggono il mondo. Questa non è sensibilità è qualcosa di più. Chi sperimenta questo tipo di amore e di dolore per il prossimo, non può trovare pace su questa terra. Mi capita spesso di pensare alla telefonata che il dott. M. ha registrato, in cui Michael con voce delirante esprime il desiderio di voler costruire un ospedale pediatrico, e mi viene la pelle d'oca perchè penso che quest'uomo è "impazzito d'amore" ed è morto amando

Trilli hai scritto una cosa bellissima e tristissima al tempo stesso:è impazzito d'amore ed è morto amando...
come si fa a non soffermarsi riflettere su questa frase .....
avatar
lorejacksina
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2073
Età : 45
Data d'iscrizione : 28.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da KRISMICHAEL il Ven Lug 06, 2012 4:32 pm

Fa letteralmente venire i brividi Sad
avatar
KRISMICHAEL
Greatest Entertainer of All Time
Greatest Entertainer of All Time

Numero di messaggi : 15390
Età : 21
Data d'iscrizione : 07.12.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da MICHAELINMYHEART il Mar Lug 10, 2012 12:57 am

[quote="trilli80"]Io non credo che sia stata la sua caduta sociale a portarlo alla morte. Io penso sempre a Michael come ad un angelo triste, caduto per sbaglio su questa terra. Michael soffriva tanto, troppo- Il suo cuore sanguinava quando pensava alle sofferenze che affliggono il mondo. Questa non è sensibilità è qualcosa di più. Chi sperimenta questo tipo di amore e di dolore per il prossimo, non può trovare pace su questa terra. Mi capita spesso di pensare alla telefonata che il dott. M. ha registrato, in cui Michael con voce delirante esprime il desiderio di voler costruire un ospedale pediatrico, e mi viene la pelle d'oca perchè penso che quest'uomo è "impazzito d'amore" ed è morto amando

Trilli condivido il tuo ragionamento tranne che per una cosa: vedere Michael come un angelo triste o una figura tragica perche' per me non rispecchiano pienamente la persona che lui era veramente.
Non so bene come spiegarlo ma secondo me lui era una persona che cercava con ogni fibra di se stesso di essere felice e di dare felicita' agli altri.Era sempre pronto a divertirsi, era scherzoso anche nelle situazioni piu' impensabili e con un grande senso dell' umorismo.Ora forse sbagliero' ma dove lo vedete triste e tragico ?



Se poi parliamo della sofferenza che provava nel vedere le sofferenze del mondo
avatar
MICHAELINMYHEART
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1728
Età : 43
Località : ANCONA
Data d'iscrizione : 19.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da MICHAELINMYHEART il Mar Lug 10, 2012 1:24 am

( scusate il doppio post ma non riuscivo piu' a continuare)

...E dei bambini aveva una sensibilita' ed un cuore davvero gramdi e fuori dal comune .Ma quando gli hanno impedito di fare cio' a cui lui di piu' teneva e che lo rendeva felice, allora si che da quel momento si e'incupito. Penso che sarebbe stato triste e frustrante per chiunque
avatar
MICHAELINMYHEART
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1728
Età : 43
Località : ANCONA
Data d'iscrizione : 19.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da trilli80 il Lun Lug 23, 2012 2:08 pm

MICHAELINMYHEART ha scritto:
Trilli condivido il tuo ragionamento tranne che per una cosa: vedere Michael come un angelo triste o una figura tragica perche' per me non rispecchiano pienamente la persona che lui era veramente.
Non so bene come spiegarlo ma secondo me lui era una persona che cercava con ogni fibra di se stesso di essere felice e di dare felicita' agli altri.Era sempre pronto a divertirsi, era scherzoso anche nelle situazioni piu' impensabili e con un grande senso dell' umorismo.Ora forse sbagliero' ma dove lo vedete triste e tragico ?



Se poi parliamo della sofferenza che provava nel vedere le sofferenze del mondo

Chiara capisco cosa intendi dire, è vero che Michael era spesso burlone e scherzoso tuttavia ciò non mi impedisce, ugualmente, di vedere in lui un velo di tristezza che lo ha accompagnato nel corso della sua vita. E' chiaro che ciò che dico si basa solo su delle mie osservazioni, perchè nessuno di noi può dire di conoscerlo realmente. Ad ogni modo credo che nel suo desiderio, quasi ossessivo, di ricreare attorno a sè una realtà forzatamente giocosa e spensierata, si nascondesse il più forte tentativo di liberarsi da quella inquietudine e solitudine d'animo che lo caratterizzavano. Quando parlo di tristezza, mi riferisco non solo alle sofferenze che provava per la sua eccessiva sensibilità, ma anche al fatto che egli pur non essendo solo si "sentiva" solo, pur essendo un uomo piacente continuava ad alterare fino all'estremo il suo bel volto, pur essendo ammirato in cuor suo non si sentiva amato. Insomma in lui io vedo un continuo tormento, un qualcosa che forse a parole non sono brava a spiegare.
avatar
trilli80
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1252
Età : 38
Data d'iscrizione : 11.05.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da will you be there il Lun Lug 23, 2012 4:10 pm

Grazie, Lore!
l'analisi del video di Who is It è davvero interessante e mi ha fatto riflettere su moltissimi punti, che non avevo nemmeno visto!!

belle anche le vs considerazioni..
pur non essendo d'accordo su tutto, è utile ascoltarvi e provare a vedere le cose da più punti di vista..

I love you
avatar
will you be there
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 6615
Età : 43
Località : asti
Data d'iscrizione : 25.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da MICHAELINMYHEART il Mar Lug 24, 2012 12:34 am

Ciao Trilli, bentornata flower
Anche io comprendo il tuo punto di vista, pur non condividendolo in pieno.
Michael aveva un lato oscuro che ha cercato di combattere, come dici tu, ricreandosi attorno un suo mondo del tutto distaccato dalla realtà, ma continuo a pensare che questo non voglia dire che fosse una persona triste.
Non fraintendermi, credo che in molti momenti della sua vita lui si sia sentito triste e solo, ma credo che fosse in gran parte dovuto al tipo di vita che conduceva, suo malgrado, anzichè al suo carattere.
Sarebbe come dire che siccome era molto timido, era una persona triste!
I complessi e tormenti a cui accennavi, accentuati dai suoi demoni interiori che a volte prendevano il sopravvento, non sono forse il risultato di come è cresciuto? forse non si sentiva amato perchè nella sua vita, fin da piccolo,è mancato l'amore paterno e forse non si sentiva bello perchè era cresciuto sempre preso in giro per il suo aspetto. Io credo che nessuno di noi possa immaginare come era la sua vita perchè, come ripete tante volte anche Cascio nel suo libro, nessuno conduceva una vita come la sua.
Mi rendo conto che in fondo stiamo dicendo le stesse cose, ma le vediamo sotto punti di vista diversi.
Il Michael che vedono i miei occhi, scusate,ma continua a non essere un uomo triste o tragico, tutt'altro ! Era un uomo meravigliosamente complicato, difficile da capire nella sua complessità, ma al tempo stesso così facile da amare. Luci ed ombre, pregi e difetti , tante sfaccettature di un diamante che continua ad abbagliarci

avatar
MICHAELINMYHEART
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1728
Età : 43
Località : ANCONA
Data d'iscrizione : 19.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi è la donna nel video "Who is it", di Willa Stillwater e Joie Collins

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum