Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Pagina 20 di 22 Precedente  1 ... 11 ... 19, 20, 21, 22  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da ...Cà... il Mar Giu 24, 2008 11:57 pm

Promemoria primo messaggio :

buonasera...vorrei sapere qualcosa in merito a tutte le vicende di pedofilia legata al mitico e unico Michael...xke risolti i miei dubbi sulla sua malattia e l'unica cosa ke mi lascia perplesso...grazie in anticipo!!!

...Cà...
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 756
Età : 22
Località : Castellana Grotte (BA)
Data d'iscrizione : 21.06.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso


Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da butterflies il Ven Giu 05, 2015 5:51 pm

trilli80 ha scritto:Grazie Giovanna anche da parte mia Wink

kiss2 kiss

butterflies
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2707
Data d'iscrizione : 07.07.14

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da childhood il Lun Giu 08, 2015 11:04 am

ottimo report, tutto molto chiaro!! grazie Butterflies!
abbiamo ancora bisogno di dimostrare che la vera vittima di tutto questo "fango" era Michael!

_________________
...I've never seen nothing like this in my life. It's amazing! He's the greatest entertainer in the world...
!!this is it!!


Just because you read it in a magazine Or see it on the TV screen Don't make it factual, actual You're so damn disrespectable
Privacy, anonymity and integrity become an illusion

childhood
Moderatrice Globale
Moderatrice Globale

Numero di messaggi : 12659
Età : 31
Località : Bari
Data d'iscrizione : 13.08.09

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da butterflies il Lun Giu 08, 2015 6:53 pm

childhood ha scritto:ottimo report, tutto molto chiaro!! grazie Butterflies!
abbiamo ancora bisogno di dimostrare che la vera vittima di tutto questo "fango" era Michael!

Hai espresso ciò che penso anch'io Childhood! Abbiamo ancora bisogno di dimostrare che Michael era una vittima in tutte queste vicende. Accuse che, anche oggi, hanno il solo scopo di sporcare la sua immagine specie agli occhi di chi, ancora, di lui non sà nulla.
Io continuerò a difendere la sua reputazione perchè fino ad adesso, sommando il tutto, processo 2005 in special modo......sono solo chiacchere e per di più colme di incertezze e discordanze.

butterflies
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2707
Data d'iscrizione : 07.07.14

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da lila il Gio Giu 23, 2016 10:27 am

Avete sentito le bad news di ieri?? Diffuse da Radar online. Roba da matti: "il ranch degli orrori, ritrovati sette cataloghi di bambini nudi" al tempo delle perquisizioni a Neverland.
Ora dico, al tempo del processo se veramente avessero trovato della roba così avrebbero omesso di esporla in Tribunale vogliosi come erano di distruggere quest uomo negro, odioso  e potente?
Ma chi fa queste considerazioni? non certo i più.... Sad

Edit.
Qui c'è tutto, compresa la mia considerazione.
http://www.mjportal.com/it/home/michael-jackson/notizie/item/la-bufala-del-materiale-pedo-pornografico-a-casa-di-michael-jackson.html

lila
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 5028
Età : 63
Località : toscana
Data d'iscrizione : 11.01.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da Sette di Nove il Gio Giu 23, 2016 12:06 pm

si Lila, lo sapevo, ma volutamente ignorata, perchè questa "spazzatura" non merita altro......

Sette di Nove
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1353
Località : Roma
Data d'iscrizione : 06.11.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da trilli80 il Gio Giu 23, 2016 1:30 pm

Noi sappiamo che si tratta di una bufala ma il vero problema è che la sua immagine è definitivamente distrutta. La notizia è stata spacciata come un resoconto dell'FBI, quindi roba seria. Ma a chi volete che interessi indagare se questi file esistono oppure no? Ormai la notizia è ovunque, sui siti, sui giornali cartacei, alla Tv...diciamo la verità in questa storia noi tutti, insieme a lui, ne usciamo sconfitti...sono davvero abbattuta Crying or Very sad

trilli80
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1247
Età : 36
Data d'iscrizione : 11.05.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da Sette di Nove il Gio Giu 23, 2016 2:08 pm

Trilli, però ieri il TGCOM dava la notizia-spazzatura come tutti ed oggi ha riconosciuto che era una notizia falsa del 2003!
http://www.tgcom24.mediaset.it/spettacolo/michael-jackson-materiale-pedopornografico-nella-villa-il-suo-avvocato-tutto-falso-_3015695-201602a.shtml

Sette di Nove
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1353
Località : Roma
Data d'iscrizione : 06.11.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da trilli80 il Gio Giu 23, 2016 2:30 pm

Si Tiziana..però la notizia è stata smentita dal suo avvocato...che valore può avere? Dovrebbe smentire la stessa fonte che ha messo in giro queste porcate per essere presa un minimo in considerazione

trilli80
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1247
Età : 36
Data d'iscrizione : 11.05.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da Sette di Nove il Gio Giu 23, 2016 3:32 pm

trilli80 ha scritto:Si Tiziana..però la notizia è stata smentita dal suo avvocato...che valore può avere? Dovrebbe smentire la stessa fonte che ha messo in giro queste porcate per essere presa un minimo in considerazione
Questo è vero.....

Sette di Nove
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1353
Località : Roma
Data d'iscrizione : 06.11.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da luna7MiKE il Gio Giu 23, 2016 4:28 pm

Gabriele Antonucci-  panorama

b]Michael Jackson: la verità sui file del computer
Le notizie diffuse dal tabloid Radar Online, sono prive di ogni fondamento. E nel nel 2005 ci fu una piena assoluzione
[/b]

“A pensar male si commette peccato, ma ci si sbaglia raramente”, sosteneva Giulio Andreotti in uno dei suoi aforismi più acuti. Ed è difficile non pensare male quando, a pochi giorni dal settimo anniversario dalla morte di Michael Jackson e al quasi raggiungimento delle firme necessarie di una petizione mondiale in suo onore su Change.org per riconoscerlo come icona culturale e filantropica americana, sono iniziate a circolare sui media internazionali(e quindi italiani) delle accuse infamanti, quanto infondate, sul Re del Pop.

Purtroppo, nell’era del click-baiting e dell’informazione digitale, è più facile fare copia e incolla di una notizia di un discusso tabloid americano, il Radar Online, che verificare le fonti e approfondire una questione delicata, riguardante una persona morta che, in quanto tale, non può più difendersi.

Riassumendo, il Radar Online, giornale scandalistico americano che si occupa più di gossip che di giornalismo, ha riportato la “notizia” del ritrovamento di fantomatici nuovi file dal computer di Michael Jackson e, più in generale, di "note, diari, documenti, fotografie, audio e video" da cui emergerebbe che l’artista di Gary fosse “un manipolatore, dipendente da sesso e droghe, che usava la violenza, il sesso esplicito e i sacrifici animali per attrarre i bambini. Possedeva anche delle immagini impressionanti e disgustose di bambini nudi e torturati, adulti nudi e donne in posizioni sadomaso”.

Notizie che appaiono manifestamente infondate, in quanto tutto il materiale sequestrato nel corso degli anni nella sua casa è già stato considerato nel processo cui fu sottoposto Jackson a Santa Maria, California nel 2005. Il risultato fu un inequivocabile verdetto di innocenza relativamente a tutti i 14 capi di imputazione a suo carico. Per usare un linguaggio a noi familiare, Michael Jackson è stato assolto con formula piena da tutte le accuse di pedofilia.

Nel 2004 tutti e 18 i pc sequestati nella sua casa di Neverland sono stati minuziosamente setacciati dall’FBI, indagine da cui non risulta che sia stato trovato nemmeno un solo file compromettente. Nello stesso anno il Distretto di Santa Barbara ha reso pubblico tutto il materiale ritrovato al Ranch di Jackson su un sito internet visibile a tutti, media compresi, che potete consultare qui sopra cliccando sulla scritta verde.

In sostanza, non c’è nessun nuovo materiale, a meno che l’artista non sia tornato nel frattempo dall’aldilà per sbirciare immagini choc sul suo pc, il che è alquanto improbabile.

Ma facciamo un salto indietro nel tempo al 1993, per capire meglio come sia nata la leggenda metropolitana della supposta pedofilia dell’artista, una brutta storia che si è autoalimentata nel tempo di veleni, sospetti e falsità, fino a distruggere di fatto la sua reputazione e, di conseguenza, la sua carriera.

Jackson fu accusato per la prima volta nel 1993, all’apice del successo, da un tredicenne, tale Jordan Chandler. Allora le intercettazioni telefoniche rivelarono subito che il padre del ragazzino, un ex dentista radiato dall’albo per pratiche illecite, aveva pianificato tutto per vendicarsi del cantante, che si era rifiutato di finanziargli un progetto cinematografico. L’uomo, che si è suicidato nel 2010, probabilmente spinto dai sensi di colpa, era arrivato perfino a somministrare a suo figlio l’Amobarbital, un barbiturico con proprietà ipnotiche, per farlo "confessare" davanti ai giudici.

Allora ci fu un accordo extragiudiziario con la famiglia, di cui in seguito lo stesso Jackson si pentirà, versando un assegno da 22 milioni di dollari per chiudere in fretta la questione su pressione della sua casa discografica, che non voleva ripercussioni sul tour in corso di Jackson.

L’avvocato dell'artista, Tom Meserea, ha confidato: “E’ vero che per lui erano spiccioli, ma fu un errore gravissimo, creò un precedente e qualcuno deve aver pensato, perché lavorare se si possono estorcere quattrini a Jackson? Michael fu consigliato male dal suo staff, la cui unica preoccupazione era quella di perdere somme di denaro, magari essere costretti ad annullare gli spettacoli per via del processo”.

Ancora più infamanti le accuse rivolte anni dopo da Gavin Arvizo, un tredicenne che Jackson aveva aiutato a guarire dal cancro. Arvizo accusò il Re del Pop di abusi sessuali sull'onda dell’eco mediatica creata dallo speciale televisivo Living with Michael Jackson del giornalista britannico Martin Bashir, andato in onda il 3 febbraio.

Un perfetto esempio di cattivo giornalismo, nel quale, con un sapiente taglia e cuci di immagini e di spezzoni di interviste,  fu messo in cattiva luce l’ex bambino prodigio dei Jackson Five.

Il processo iniziò il 31 gennaio 2005 e terminò il 13 giugno dello stesso anno, quando la giuria emise un verdetto unanime di "non colpevolezza" per tutti i quattordici capi d'accusa. La notizia dell’assoluzione di Jackson fu data dai media in modo fugace, per loro è sempre stato colpevole e, a quanto dimostrano gli ultimi accadimenti, lo è tuttora. Michael Jackson, che ha espresso tutta la sua rabbia nei confronti delle fantasiose ricostruzioni giornalistiche sulla sua vita privata nella corrosiva Tabloid Junkie, ha dichiarato: “La tecnica che usano i giornali è molto semplice: se continui a raccontare una bugia assurda, il lettore, a un certo punto, comincerà a pensare che sia vera”.

La giornalista Aphrodite Jones seguì il processo per conto della Fox. Riteneva anche lei colpevole il Re del Pop, ma in seguito cambiò idea e scrisse nel 2007 un libro, dall'inequivocabile titolo Il complotto. “Quando in quell’aula – rivela la giornalista – il giudice pronunciò per 14 volte non colpevole, guardai Jackson in faccia e mi resi conto che la sua espressione era quella di un uomo grato, soddisfatto che giustizia fosse stata fatta, perché non era colpevole. Lì cambiai idea”.

Il cantante, pur sollevato da quelle terribili accuse, ne uscì distrutto dal punto di vista psicologico e artistico. Il suo fisico non ha retto a una dose eccessiva di Propofol, la sostanza che, incautamente somministrata dal suo medico curante Conrad Murray(condannato per omicidio colposo), l’ha ucciso il 25 giugno del 2009.

Oggi, a sette anni di distanza dal tragico evento, non c’è praticamente artista r&b contemporaneo, da Pharrell Williams a Robin Thicke, da Bruno Mars a Justin Timberlake, che non si ispiri apertamente al pop visionario e senza confini di Michael Jackson.

Il suoi passi vengono insegnati nelle scuole di danza moderna, i suoi album, sia di repertorio che postumi, vendono ancora migliaia di copie e ogni anno il numero dei suoi fan cresce in modo esponenziale.

Tutti sanno che appartiene a lui l’album più venduto della storia, il capolavoro Thriller, con cento milioni di copie(anche se alcuni sostengono che siano in realtà 66 milioni, comunque il primato non cambia), un numero che continua a crescere di anno in anno.

Un record meno conosciuto, ma ancora più importante, è quello certificato dal Guinnes dei primati di maggior filantropo nello show business, con quasi quattrocento milioni di dollari donati in opere di beneficenza e di filantropia, in particolare ospedali e orfanotrofi.

Ci auguriamo che sabato 25 giugno, settimo anniversario della morte del cantante, sia un giorno di festa, condito dalle canzoni, dai video e dai passi di danza dell’artista di Gary, lontano dalle polemiche che hanno avvelenato la sua vita e la sua salute.

http://www.panorama.it/musica/michael-jackson-la-verita-sui-file-del-computer/



Michael Jackson: la polizia smentisce. Le prove sono state ottenute illegalmente

A poco più di ventiquattrore dalla pubblicazione, da parte di Radar Online, del rapporto ufficiale della Polizia di Santa Barbara, che faceva luce su alcuni scioccati ritrovamenti in seguito ad una perquisizione fatta nel 2003 in casa di Michael Jackson, arriva la smentita delle autorità.

Il rapporto in questione, che rivelava la presenza di una massicca quantità di materiale pedopornografico rinvenuto a Neverland, non sarebbe mai stato pubblicato dalla Polizia ma ottenuto dalla rivista in maniera illegale. Ecco quanto dichiarato dal Dipartimento:

“Alcuni dei documenti sembrano essere copie dei rapporti che furono scritti dal personale dello sceriffo così come le fotografie scattate e intervallate da contenuti che sembrano essere stati reperiti via internet o attraverso fonti sconosciute. L’Ufficio dello Sceriffo non ha rilasciato nessuno di questi documenti e/o fotografie ai media. L’Ufficio dello Sceriffo ha pubblicato tutti i suoi rapporti e le fotografie in quanto prove del processo necessarie per l’accusa e la difesa. I documenti con l’intestazione del Dipartimento dello Sceriffo, che contengono un numero di pratica, sembrano essere documenti originali dell’ufficio dello Sceriffo. Le foto che si alternano sembrano essere alcune di quelle scattate dagli investigatori dello sceriffo mentre le altre sono state reperite chiaramente su internet.”

La famiglia di Michael Jackson attacca a gran voce le autorità che non sono riuscite a tenere sufficientemente al sicuro le prove e ovviamente il giornale Radar Online per questo “vergognoso exploit“.

http://www.lifestar.it/2016/06/22/24146/michael-jackson-la-polizia-smentisce-le-prove-state-ottenute-illegalmente/



Di Michelangelo Coltelli


Premessa, quello che segue non è un vero e proprio debunking, ma solo una mera verifica dei fatti, cercando di riportarli nella maniera più obbiettiva possibile. Questa verifica non vuole scagionare Jacko dalle accuse (da cui in realtà fu scagionato dagli stessi tribunali) che gli furono mosse, ma solo mostrarvi parte di quelle che erano le prove a suo carico. Essendo io un classe 1972 sono cresciuto (anche) con la musica di Michael Jackson  quando ho ricevuto una mail che mi segnalava quest’articolo mi ci sono tuffato come un pesce (e un grazie a Rob di RadioPico per avermela portata all’attenzione).

   Michael Jackson: divulgati i rapporti della polizia del 2003, si parla di molto materiale pedopornografico rinvenuto a Neverland

L’articolo è uscito fresco fresco il 21 giugno su Rockol e riprende pari pari un articolo di RadarOnline, testata di gossip americano di cui onestamente mi fido sempre poco per il tipo di toni usati. Questa l’introduzione fatta su Rockol:

   La testata scandalistica “RadarOnline” ha ottenuto copia dei rapporti stilati dalla polizia nel 2003, quando Michael Jackson finì nei guai con l’accusa di pedofilia e molestie, riguardanti le perquisizioni alla sua residenza di Neverland. A quanto pare il Re del pop aveva una grandissima collezione di materiale pornografico nella propria dimora – molto del quale di natura pedopornografica (ma si parla anche di sadomasochismo e torture ad animali).

Sia chiaro, quell’uso del termine scandalistico dovrebbe far capire subito a chi legge che quanto segue potrebbe esser interpretato appunto in maniera sensazionalistica, quindi Rockol lo evidenzia subito, ma quello che mi dispiace è che non sembrano aver fatto la benché minima ricerca prima di pubblicare, non ci sarebbe voluto molto visto che la stessa RadarOnline rende disponibile un link con gli originali di questi rapporti. Sia chiaro, è un lungo PDF, ricavato da un rapporto battuto a macchina in lingua inglese, è una rottura di scatole, non si può evidenziare il testo, i software di riconoscimento lo vedono così cosà, tocca fare e riportare tutto a mano, ma per il compianto Re del Pop possiamo cercare di fare una breve analisi.



In realtà potrei anche limitarmi a spiegarvi che l’unica “prova” di tutto il report è questa frase:

   Based on my training, this type of material can be used as part of a ‘grooming’ process by which people (those seeking to molest children) are able to lower the inhibitions of their intended victims and facilitate the molestation of said victims.

Che è il commento dell’investigatore impegnato nell’analisi dei materiali, commento che nel report di cui si parla viene ripetuto più e più volte. Che in parole povere significa che lo stesso, basandosi sul suo addestramento, ipotizza che il materiale possa venire utilizzato da un pedofilo per abbassare le inibizioni della sua vittima per facilitarne le molestie.

Ma cosa è stato davvero trovato in casa in quel lontano 2003? Materiale pedopornografico come tantissime testate stanno riportando in queste ore?

No, a meno che quello stesso materiale non sia di libera vendita su Amazon. Sì, perché tutto il materiale trovato e segnalato dal solerte investigatore è disponibile per l’acquisto sul sito del colosso americano, senza neppure bisogno di essere maggiorenni (eccetto nel caso di tre riviste porno, che sono solo tre riviste porno). Lo dice lo stesso report:

   None of the material within this book would meet the legal requirments to be considered child pornography.

Questa frase è ripetuta più e più volte nel report, seguita da quella di prima, quindi il materiale pedopornografico che tutte le testate strombazzano in giro non è vero che sia stato trovato, neppure un oggetto della lunga lista non riporta quella dicitura, sono tutti oggetti di libero commercio. Anche nei puritani Stati Uniti d’America. In tutta la raccolta di materiale sono state rinvenute solo due testate porno, pornoporno, non pornografia vietata o strana, no donnine nude e forse quale ometto che s’intrattiene con loro.

Ma quindi quali materiali scottanti sarebbero stati trovati?

Quello che credo abbia attirato di più l’attenzione è in cima alla lista, s’intitola The Fourth Sex, Adolescent Extreme, e dal titolo chissà cosa ci fa pensare.  In realtà si tratta più di un saggio legato al marketing di prodotti d’ogni tipo per gli adolescenti. Insomma un manuale per cercare di piacere a quel pubblico. Questa è parte della descrizione che si trova su Amazon.com:

   They often give form to their world and their culture in an aggressive manner, but at the same time they are forced to come to grips with the labels, judgments and formulae of adults. Their behaviour patterns are constantly monitored because they represent a decisive segment of the strategy of consumption. Fashion pays particularly close attention to the teenage universe both as a source of inspiration and as a crucial consumer segment, while contemporary art probes, exploits and analyses the myth of the eternal adolescent. This book is constructed with images of fashion, art, music, cinema and the news, accompanied by an anthology of writings that mixes poetry, literature, journalism and research, highlighting the increasing importance of the teenage tribe in a society such as ours, where the inadequacy of sexual and demographic identities is reflected in a violent, contradictory way in the social changes in progress.

Michael Jackson era il Re del Pop, non trovo scandaloso che possa aver fatto uso anche di libri del genere per documentarsi su come attrarre il pubblico dei teenagers. Voi sì?

Cronos di Pere Formiguera sempre su Amazon raccoglie foto di soggetti dai due ai settantacinque anni, anche questo non mi pare scandaloso, è un libro di un fotografo famoso. In una casa come Neverland ci sta che ci siano libri di quel genere, nulla di sconvolgente, ma più che altro, nulla di illegale. Underworld di Kelli Klein, altro libro di foto in bianco e nero, non mi pare di ravvisare che sia particolarmente porno o dedicato ai bambini. Di Room to play trovo poco in rete se non questa gallery su Google, e la pagina di Amazon. com.

Drew and Jimmy di J Patrick Salisbury Amazon lo presenta così:

   John Patrick Salisbury’s first book is the result of five years of reflection on his family’s past. Hailing originally from an isolated farming village in Northern California, Salisbury was preceded by seven generations. Family relations still live there, and Salisbury relives his past vicariously in this book through the lives of his cousins, Drew and Jimmy. What results is a poignant and moving portrait of boyhood in rural America.

E così via, perché poi uno si stanca, non ho voglia di analizzarli uno per uno, l’unica parte porno come detto prima erano tre numeri di una rivista che si chiama The Best of Club, rivista che potremmo paragonare al nostro Le Ore forse.
Ma nel lungo elenco di vero materiale pedopornografico non c’è traccia.
E allora perché?
Da il Giornale:

   …è celato l’armadio oscuro. Un luogo colmo delle follie e delle pedo–pornografiche della superstar. Il tutto è protetto da ben tre catene pesanti.

Da Il Fatto Quotidiano:

   “Immagini di torture su bambini e animali, droghe e altre amenità “disgustose” trovate nel suo ranch”

E potremmo andare avanti a lungo nell’elenco di chi ne ha parlato tra ieri ed oggi.

La risposta al mio perché è semplice: nessuno dei giornalisti ha fatto il benché minimo sforzo di leggersi il report originale, la notizia era troppo succulenta per farsela sfuggire, tanto Jackson è morto e non credo che gli eredi vengano in Italia a far valere i propri diritti in alcuna maniera; e dopotutto in ogni articolo c’è un accenno al fatto che tutto questo sia stato riportato da altri (nella fattispecie RadarOnline o il Daily Mail che ha ripreso la notizia) quindi il giornalista italiano se ne lava le mani di verificare alcunché. Un esempio lampante del pessimo modo di fare informazione che sta colpendo tutti i media.

Gli unici che hanno tentato di fare un minimo di chiarezza sono i ragazzi di Rolling Stones e di Panorama, bravi loro.

Non credo serva aggiungere altro.

http://www.butac.it/michael-jackson-le-accuse-sulla-pedofilia/



Il fotto quotidiano dopo quell'immondizia del loro precedente articolo fa dietro front

Michael Jackson, “materiale osceno nel suo ranch? Non è mai stata rinvenuta una sola prova nei suoi confronti”

"Le “continue accuse” sono quelle che ci hanno fatto vedere i giornali e le TV ansiose di spiattellare il mostro in prima pagina. Come mai non è stata data la stessa rilevanza al processo dal quale è uscito completamente innocente su tutti i capi d’accusa?" ha detto a FQ Magazine Alessandra Gianoglio, autrice con Jessica Puglielli di Michael Jackson – L’agnello al macello
di Davide Turrini | 22 giugno 2016

Il reuccio dei blockbuster Usa, J.J.Abrams, ha appena annunciato una serie tv su Michael Jackson con tanto di Warner Bros a produrre, ma l’icona del pop mondiale a sette anni dalla morte non riposa ancora in pace. Non basta l’affetto dei fan che solo in Italia hanno fatto partire una pleonastica ma sentitissima petizione online per rendere il cantante dell’Indiana “icona culturale e filantropica americana”. Jackson ancora in vita, e ancor di più dopo la morte, si è tramutato in un “capro espiatorio” mediatico del reato di pedofilia, e nel tempo Neverland Ranch il luogo delle peggiori nefandezze e abusi sui minori. Nonostante la sentenza di assoluzione alla fine di un lungo processo contro di lui avvenuto nel 2005, con ben 14 capi di imputazione a suo carico. L’ipotetico ritrovamento, ancora non provato, pubblicato dal sito Radaronline, di foto, diari, documenti audio e video che descriverebbero the King of Pop “un manipolatore, dipendente da sesso e droghe” che usava addirittura “sacrifici animali per attrarre i bambini”, nonché immagini “disgustose” con bimbi nudi e adulti in atti “sadomaso”, acuisce ancor di più il nefasto giudizio dell’opinione pubblica rispetto alla realtà dei fatti.

“Giornalisti e tabloid sono sempre andati oltre il gossip per quanto riguarda Jackson. I pettegolezzi sono diventati illazioni, le illazioni accuse, le accuse lo hanno messo ben presto sul tavolo dei colpevoli a priori, senza avere nemmeno il beneficio del dubbio”, spiega al FQMagazine Alessandra Gianoglio, autrice con Jessica Puglielli di Michael Jackson – L’agnello al macello (Quantic Pusblishing). “Non è mai stata trovata una sola prova nei confronti di Jackson, mentre è stato colpito al cuore, quando i bambini erano coloro i quali amava di più e per i quali ha sempre fatto moltissime azioni di beneficenza. Le  “continue accuse” sono quelle che ci hanno fatto  vedere i giornali e le TV ansiose di spiattellare il mostro in prima pagina. Come mai non è stata data la stessa rilevanza al processo dal quale è uscito completamente innocente su tutti i capi d’accusa? Come mai non si dice che i bambini sono stati presi da Jackson, salvati dalla strada, salvati dal cancro e trattati come i propri figli? Come mai non si è mai parlato di genitori che hanno visto i Jackson solo un “pozzo di san patrizio” da cui trarre vantaggi economici e anche di notorietà?”.

Il processo del 2005 ha radici lontane. Nel 1993 il tredicenne Jordan Chandler accusò Jackson di aver abusato sessualmente di lui. Il cantante pagò comunque 22 milioni di dollari al padre del ragazzo con la Epic Records a spingere per chiudere il caso velocemente. Non di certo un ammissione di colpevolezza, anzi. Da alcune intercettazioni telefoniche si capì che il padre di Jordan si era inventato tutto per vendicarsi di un progetto cinematografico che Jackson non gli aveva approvato. L’uomo si suicidò nel 2010 e intanto Jordan nel 2009 aveva già ritrattato sostenendo di aver mentito sulla storia degli abusi sessuali. Anche l’allora 13enne Gavin Arvizo, principale accusatore assieme alla sua famiglia al megaprocesso contro Jackson, sostenne che il cantante aveva abusato di lui tra le stanze di Neverland. Il ragazzino era malato di cancro e fu aiutato a guarire grazie ai soldi donati da Jacko. Tra i testimoni ragazzini che invece difesero Jackson ci fu anche l’attore Macaulay Culkin.

“Jackson raggiunse la fama mondiale a sei anni. Ed è la cosa più difficile da vivere se non ci sono genitori che se ne fanno carico. Mentre nel suo caso il padre era ben più interessato al cash che alla sua crescita”, spiega Luca Scarlini, autore de La sindrome di Michael Jackson (Bompiani). “Bene o male la vita che ha avuto, sballottato da bimbo in locali di infimo ordine, coccolato da prostitute perché il padre li lasciava cantare fino a notte fonda, una vita che oggi si definirebbe di abuso, è quella da irresponsabile che poi gli è stata poi affibbiata da adulto con i bambini. Dopodiché ci sono immagini letterali e culturali più forti di quelle del processo: quello che è successo nella sua casa, Peter Pan, Neverland, un insieme di richiami macabri e mortiferi che secondo me ha attecchito sull’opinione pubblica. Diciamola tutta: prima dei social network l’opinione pubblica era già invidiosa e malevola soprattutto verso un genio della canzone come lui. I social hanno poi contribuito ad esasperare nel bene e nel male la vita di questo artista. Comunque più in alto vai, più il pubblico adora gettarti nel fango e nello schifo”.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/06/22/michael-jackson-materiale-osceno-nel-suo-ranch-non-e-mai-stata-rinvenuta-una-sola-prova-nei-suoi-confronti/2852351/



Sua figlia Paris da twitter

Purtroppo le negatività continueranno a essere vendute. Vi esorto a ignorare la spazzatura e i parassiti che fanno carriera cercando di diffamare mio padre

Le persone più pure vengono sempre abbattute... Ma continuerà ad essere dimostrato che il mio amato papà è sempre stato e per sempre sarà innocente

@ParisJackson
Unfortunately negativity will always sell. I urge you all to ignore the trash & the parasites who make a career trying to slander my father.

@ParisJackson
The most pure people are always torn down.. It will continue to be proven that my beloved dad has always been and forever will be innocent.

@ParisJackson
#mood




E i tweet di jarmaine qui https://twitter.com/jermjackson5/with_replies

E di suo nipote Taj https://twitter.com/tajjackson3/with_replies

luna7MiKE
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2697
Età : 29
Data d'iscrizione : 08.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da katia75 il Gio Giu 23, 2016 5:12 pm

Io veramente non riesco ancora a capire perche' abbiano tanto odio verso Michael! era una persona straordinaria e invece non fanno altro che infangarlo con bugie anche adesso che non puo' piu' difendersi! se davvero avessero avuto quelle prove che tanto sbandierano ora, vi pare che non le avrebbero portate a processo distruggendolo? invece che creare prove fasulle, poi dimostrate, da Tom Sneddon?e i file dell'FBI allora? dove dimostrano che non c'era nulla ma assolutamente nulla di pedopornografico in nessuno dei suoi pc? e le prove della polizia e assistenti sociali che dissero lo stesso non contano? ma dico io ma c'è ancora qualcuno che crede a questa spazzatura? ditemi di no per favore!!!!!

katia75
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 4237
Data d'iscrizione : 09.06.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da trilli80 il Gio Giu 23, 2016 7:02 pm

Grazie luna per gli articoli. Resto però dell'idea che la verità rimane poco pubblicizzata e non ha lo stesso impatto delle menzogne. Forse sono io particolarmente pessimista ma sono molto sfiduciata...ho letto cose troppo brutte e sono ancora scioccata...non immaginavo che potessero osare tanto

trilli80
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1247
Età : 36
Data d'iscrizione : 11.05.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da 2 Bad il Gio Giu 23, 2016 7:47 pm

Concordo Trilli, la verità è meno pubblicizzata delle menzogne. Noi fan ci proviamo, ma non possiamo fare niente contro i giornali, contro le tv, che sparano menzogne e sentenze che arrivano a tutti... Noi fan possiamo arrivare solo a pochi. E' una situazione bruttissima, proprio a pochi giorni dal suo anniversario di morte... La notizia dell'anniversario sarà macchiata da queste notizie false... Hanno raggiunto il loro obbiettivo, ancora una volta.

2 Bad
Greatest Entertainer of All Time
Greatest Entertainer of All Time

Numero di messaggi : 12351
Età : 23
Località : Monopoli (BA)
Data d'iscrizione : 22.04.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da luna7MiKE il Gio Giu 23, 2016 8:45 pm

Purtroppo e` proprio cosi` , la verita` non ha la stessa risonanza, non si diffonde mai a macchia d'olio come  le menzogne. Come ha scritto paris, le negativita` saranno sempre vendute. Stiamo male noi fan, non oso immaginare a quanto soffre lei e i suoi fratelli , vedendo tutto quello che stanno ancora facendo a loro padre, anche ora da morto, mi piange il cuore piangere , michael non e` piu` qui a sentire, ma i suoi figli sono vivi e vegeti , e a quei parassiti che pubblicano tutto quel falso sudiciume su di lui se ne fregano altamente di questo Mad . Ma in che razza di schifo di mondo viviamo!? questo continuo accanimento mediatico che non ha mai fine su michael, su un uomo CHE E` STATO PROVATO INNOCENTE!!!!

luna7MiKE
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2697
Età : 29
Data d'iscrizione : 08.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da trilli80 il Gio Giu 23, 2016 10:45 pm

Comunque sono convinta che il motivo di questo scandalo sia stata la petizione. Le firme quasi raggiunte (o addirittura raggiunte?)...ed è scoppiato il pandemonio. La coincidenza è lampante. Non vogliono assolutamente onorarlo e quindi hanno cercato di boicottarlo seppellendolo nel fango. Mafiosi!!!

trilli80
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1247
Età : 36
Data d'iscrizione : 11.05.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da lorejacksina il Ven Giu 24, 2016 12:24 am

Purtroppo le smentite e le rettifiche interessano solo a noi....la persona normale che ha sentito la notizia in tv ha recepito tutto il peggio e secondo me quello gli rimane,
tutto ciò che viene detto dopo non scalfisce la brutta idea che sisono fatti.....per me purtroppo è così e mi dispiace,ma il peggio colpisce sempre di piu del bene e per Michael non c'è un limite al peggio....continuano a rafforzare le voci orride che hanno messo in giro per anni e mentre ci vogliono anni per fare un passo ed avvicinare un profano a lui,bastano pochi kinuti per fare 100 passi indietro,,,,

lorejacksina
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2056
Età : 44
Data d'iscrizione : 28.09.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da katia75 il Ven Giu 24, 2016 4:22 pm

Dispiace molto anche a me Michael non merita questo odio e questo male che continuano a fargli!!!! ci sono prove su prove della sua innocenza e solo smentite alle false accuse, ma purtroppo questo non cambia la reputazione che continuano a rovinagli! soffre lui, noi fans e sopratutto la sua famiglia!

katia75
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 4237
Data d'iscrizione : 09.06.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da luna7MiKE il Lun Giu 27, 2016 12:45 am

Per far capire ancora di più la meschinità di cui sono capaci i media...


Parla Jonathan Hobin l'artista di alcune delle fotografie utilizzate dai media nei loro orridi articoli per infangare Michael. Alcune delle sue foto fatte passare dal tabloid come materiale in possesso da michael, confiscato nella prima incursione a neverland del 2003, quando invece lui spiega che quelle foto sono state fatte nel 2008, 5 anni dopo! quindi non solo hanno manipolato alcune foto, ma hanno anche aggiunto altre che non erano in possesso di michael. L'artista è arrabbiato giustamente anche dal contesto in cui i media hanno manipolato le sue foto artistiche in qualcosa di perverso, per i loro loschi fini.

Qui l'articolo http://www.cbc.ca/news/canada/ottawa/ottawa-artist-photo-michael-jackson-1.3651598

Jonathan l'ha condiviso su twitter e Taj e Paris  lo ritwittano e ringraziano per esporre le menzogne fatte dai media

‏@tajjackson3
Thank you @JonathanHobin for exposing their blatant lies. Please continue this fight with us. #MJforever

@ParisJackson
@JonathanHobin thank you. truly.



Un'altra foto, a destra quella fake pubblicata e manipolata dal tabloid

luna7MiKE
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2697
Età : 29
Data d'iscrizione : 08.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da lila il Lun Giu 27, 2016 1:01 pm

Si, lo scandalo è per la petizione. Già riscontrato in alcuni articoli

lila
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 5028
Età : 63
Località : toscana
Data d'iscrizione : 11.01.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da katia75 il Lun Giu 27, 2016 2:15 pm

Dico solo : CHE SCHIFOOOOOOO! Mad

katia75
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 4237
Data d'iscrizione : 09.06.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da luna7MiKE il Lun Giu 27, 2016 11:01 pm

Può darsi si, che c'entri la petizione, i tabloids non contenti di questa richiesta mondiale di onorare MJ hanno architettato di gettargli l'ennesima vagonata di fango addosso. Comunque si ipotizza anche che dietro questo marciume pubblicato dai media ci sia dietro ancora il team di avvocati di Wade Robson e James Safechuck, che sono in combutta con i tabloids per pubblicare tutte le porcherie per diffamare michael, come già fecero. Anche loro probabilmente contrari a questa petizione, e con l'avvicinarsi del settimo anniversario della sua morte, hanno pensato bene insieme ai tabloids di architettare questo ennesimo linciaggio nei suoi confronti.

luna7MiKE
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2697
Età : 29
Data d'iscrizione : 08.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da 2 Bad il Mar Giu 28, 2016 1:04 am

Vero, mi ero dimenticato di quella feccia di Wade Robson...

2 Bad
Greatest Entertainer of All Time
Greatest Entertainer of All Time

Numero di messaggi : 12351
Età : 23
Località : Monopoli (BA)
Data d'iscrizione : 22.04.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da katia75 il Mar Giu 28, 2016 1:55 pm

Mi convince di piu' la tua teoria Luna, che dietro ci siano quei due vermi di Robson e Safechuk, magari si sta avvicinando la data delle loro cause chissa'....

katia75
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 4237
Data d'iscrizione : 09.06.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da trilli80 il Mar Giu 28, 2016 7:30 pm

Qualsiasi sia stata la causa di questa infamia è tragico verificare che in tv non si è parlato di questa manipolazione di foto!! È vergognoso...non un passo indietro...non una richiesta di scuse. C' è qualche articolo a favore di Michael che nessuno leggerà mai se non i fan..il resto delle capre ascoltano solo quanto dice la TV..e la TV o tace o accusa! Dovremmo fare qualcosa..è stato troppo grave quello che hanno fatto!

trilli80
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 1247
Età : 36
Data d'iscrizione : 11.05.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da luna7MiKE il Mer Giu 29, 2016 1:12 am

trilli80 ha scritto:è tragico verificare che in tv non si è parlato di questa manipolazione di foto!! È vergognoso...non un passo indietro...non una richiesta di scuse. C' è qualche articolo a favore di Michael che nessuno leggerà mai se non i fan..il resto delle capre ascoltano solo quanto dice la TV..e la TV o tace o accusa! Dovremmo fare qualcosa..è stato troppo grave quello che hanno fatto!
Perche` tu ti aspetti che questo lo dicano in tv?  non accadra`!! e` gia` tanto se scrivono qualche articolo positivo, in tv stai pur certa che non accadra`, sarebbe un miracolo. Jonathan quando ha condiviso l'articolo dove spiega la macchinazione fatta dai media lo ha anche twittato ad alcune delle testate giornalistiche, che prima come tutte avevano pubblicato quel marciume,  Ma niente!! ancora nessuno ha fatto dietro front e pubblicato la verita`!  Mad. e chissa` se qualcuno lo fara`, se ci sara` passera come al solito in sordina, senza avere la stessa risonanza del sudiciume. Anche i fan lo stanno inviando alle testate giornalistiche,  ma ancora niente!!

luna7MiKE
INVINCIBLE
INVINCIBLE

Numero di messaggi : 2697
Età : 29
Data d'iscrizione : 08.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Michael Jackson e le accuse di pedofilia.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 8:21 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 20 di 22 Precedente  1 ... 11 ... 19, 20, 21, 22  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum